Lettera da Giampilieri: "Caro presidente Crocetta, le promesse vanno mantenute" - Tempostretto

Lettera da Giampilieri: “Caro presidente Crocetta, le promesse vanno mantenute”

Lettera da Giampilieri: “Caro presidente Crocetta, le promesse vanno mantenute”

Tag:

sabato 05 Luglio 2014 - 06:07

Da una vittima dell'alluvione di Giampilieri, che ha perso due figli nella tragedia del 2009, riceviamo e pubblichiamo integralmente questa lettera. Lasciamo che siano le stesse parole di Raffaella Ingrassia a spiegare come al dolore dei lutti si aggiunga l'amarezza delle promesse non mantenute. Come quelle che fece il governatore Crocetta, enl novembre del 2012 a proposito della legge sulle vittime dell'alluvione e poi successivamente, a lei personalmente, rimasta senza famiglia e senza lavoro.

“Bisogna equiparare le vittime dell’alluvione alle vittime della mafia. Si deve fare qualcosa, assolutamente”. Mi piace iniziare con questa affermazione del governatore Crocetta fatta in seguito all’alluvione di Saponara nel 2012 e mi piace sottolineare il termine “assolutamente”. Un termine totalizzante. Un imperativo. Una necessità. Quasi a voler mettere in evidenza l’urgenza dell’impegno e l’imminenza dei fatti.

Dopo 2 anni dalla sua dichiarazione e dopo 4 anni e mezzo dal giorno dell’alluvione di Giampilieri, del resto il bilancio può essere davvero soddisfacente: un processo che ha visto avvicendarsi 4 giudici e che è ancora alle fasi iniziali, gli imputati che vogliono arrivare alla prescrizione con un disegno preordinato, gli indennizzi arrivati per la messa in sicurezza di Giampilieri che sono meno di quelli preventivati, 200 le persone sfollate, un progetto di ricostruzione delle abitazioni previste in un’altra area di Giampilieri di cui non si sa nulla, continue cerimonie commemorative abbellite da grandi promesse. E da non tralasciare l’esperienza di “nuove prove” acquisite dal dossier fotografico dei carabinieri come testimonianza delle condizioni in cui furono ritrovate molte vittime sepolte dal fango: magari da poter costituire un book fotografico, visto che ormai va tanto di moda.

Un bilancio soddisfacente considerata la burocrazia italiana. Un’Italia che ha a cuore i suoi cittadini. Un sistema politico che può definirsi pienamente democrazia, che interviene istantaneamente per aiutare quelle vite distrutte a riavere quel minimo che serve per continuare a sopravvivere.

Volevo concludere dicendo che solo da circa un anno aspetto risposta dal governatore Crocetta in seguito ad una lettera da me scritta e consegnata direttamente nelle sue mani, nella quale chiedevo il suo intervento (da lui promesso) per un posto di lavoro che mi possa permettere di sopravvivere in uno Stato che difende i diritti di tutti i suoi cittadini.

Sicuramente Presidente lo ricorda ancora il mio scritto, nel quale oltre a sfogarmi con lei della mia devastante esperienza di donna uccisa nel suo diritto di essere madre, le chiedevo un lavoro, qualunque esso sia, visto che sono stata privata anche di quello e visto che lei da tempo promette. Non credo che le sue siano promesse a vuoto o come quelle di tanti politici che parlano, parlano solo per accaparrare voti e simpatie. Non credo questo rientri nella sua deontologia professionale. Del resto lei stesso ha parlato di noi promettendo un trattamento come quello riservato alle vittime della mafia….per quanto io mi senta proprio tale vista la condanna di tanti personaggi per omicidio colposo. Quindi ancora attendo. La speranza è l’ultima a morire…

Spero però che non diventi l’unica superstite che avrà riconosciuto un minimo di dignità e di giustizia in questa strage che ha distrutto diverse vite, tra cui la mia.

Raffaella Ingrassia (in Maugeri)

Ndr- i cronisti ricordano bene la lettera che la signora Ingrassia, che nell’alluvione ha perso due figlie, ha consegnato al governatore, perché è stato lui stesso, poco dopo, a dichiarare alla stampa l’amarezza e il dolore per aver letto quelle parole disperate. E che avrebbe provveduto. I cronisti ricordano bene che nel novembre 2012, appena insediato, il presidente Crocetta annunciò a Saponara, nel primo anniversario della tragedia, che era “assolutamente necessario” fare qualcosa, compresa la legge per equiparare le vittime dell’alluvione a quelle della mafia. Sono passati due anni e della legge non c’è traccia. E dalla signora Ingrassia apprendiamo, con questa nuova lettera, che anche di quella promessa a lei rivolta personalmente da Crocetta, non si sa nulla. I cronisti purtroppo sono abituati agli impegni presi dai politici nell’immediatezza del momento…

4 commenti

  1. Cetto la Qualunque…………..ed anche di più’………Messina e provincia sono stati determinanti nell’eleggere questo Presidente………..lo erano stati anche con Lombardo……precedente Presidente……distruttivo per Messina e provincia…..quest’ultimo presidente non vuole essere da meno…..quello che e’ sopravvissuto miracolosamente alla gestione Lombardo a Lui non sfuggirà’…..tante le promesse in fase elottorale…..e nelle visite…..ma dopo l’elezione solo distruzione……..Messina sara’ in grado di resistere a due Attila consecutivi?????purtroppo non abbiamo politici di spessore in grado di far rispettare la città’…..forse l’unico e’ l’on. Garofalo ma e’ solo……bisogna assolutamente formare una squadra di politici per Messina e provincia….persone che amano e lottano per la città’……basta ad inutili e dannosi scaldasedie che per i loro interessi e per subordine ai partiti tradiscono i loro elettori….la loro città’, la loro provincia di appartenenza….vergogna per quelli eletti che sono stati o che sono attori passivi e conniventi allo scempio ed alla spoliazione di Messina. Politici messinesi seri, in gamba, in grado di dare un enorme contributo alla causa messinese c’è’ ne sono sicuramente tanti….ma forse manca quel contatto, l’organizzazione, che deve andare oltre la stupidità’ del colore politico……se ami non conta il fcolore……conta l’amore…….non puoi amare od odiare, far del bene o del male alla tua città’, ai tuoi concittadini per subordine al colore politico….se ami la città’ che ti ha eletto e ti ha dato fiducia….puoi essere protagonista e lottare contro chiunque per la tua citta’ …..molti tristemente sono inutili comparse, burattini che rispondono ai comandi di chi gli regge i fili……..tranciateli i fili, liberativi…..esprimere la vostra libertà’ di essere…messinesi…….oltre una cupa logica di partito.

    0
    0
  2. Cetto la Qualunque…………..ed anche di più’………Messina e provincia sono stati determinanti nell’eleggere questo Presidente………..lo erano stati anche con Lombardo……precedente Presidente……distruttivo per Messina e provincia…..quest’ultimo presidente non vuole essere da meno…..quello che e’ sopravvissuto miracolosamente alla gestione Lombardo a Lui non sfuggirà’…..tante le promesse in fase elottorale…..e nelle visite…..ma dopo l’elezione solo distruzione……..Messina sara’ in grado di resistere a due Attila consecutivi?????purtroppo non abbiamo politici di spessore in grado di far rispettare la città’…..forse l’unico e’ l’on. Garofalo ma e’ solo……bisogna assolutamente formare una squadra di politici per Messina e provincia….persone che amano e lottano per la città’……basta ad inutili e dannosi scaldasedie che per i loro interessi e per subordine ai partiti tradiscono i loro elettori….la loro città’, la loro provincia di appartenenza….vergogna per quelli eletti che sono stati o che sono attori passivi e conniventi allo scempio ed alla spoliazione di Messina. Politici messinesi seri, in gamba, in grado di dare un enorme contributo alla causa messinese c’è’ ne sono sicuramente tanti….ma forse manca quel contatto, l’organizzazione, che deve andare oltre la stupidità’ del colore politico……se ami non conta il fcolore……conta l’amore…….non puoi amare od odiare, far del bene o del male alla tua città’, ai tuoi concittadini per subordine al colore politico….se ami la città’ che ti ha eletto e ti ha dato fiducia….puoi essere protagonista e lottare contro chiunque per la tua citta’ …..molti tristemente sono inutili comparse, burattini che rispondono ai comandi di chi gli regge i fili……..tranciateli i fili, liberativi…..esprimere la vostra libertà’ di essere…messinesi…….oltre una cupa logica di partito.

    0
    0
  3. Eleggiamo promettitori seriali………eletti dai messinesi……si rivelano antimessinesi……..distruttivi per Messina e provincia…..ci fidiamo delle promesse…votiamo quello che la spara più grossa……per poi constatare che una volta eletti con i determinanti voti messinesi, si dimenticano tutto e si comportano da detrattori, distruttori della città’ che li ha eletti….ingrati….oltre ogni misura…….

    0
    0
  4. Eleggiamo promettitori seriali………eletti dai messinesi……si rivelano antimessinesi……..distruttivi per Messina e provincia…..ci fidiamo delle promesse…votiamo quello che la spara più grossa……per poi constatare che una volta eletti con i determinanti voti messinesi, si dimenticano tutto e si comportano da detrattori, distruttori della città’ che li ha eletti….ingrati….oltre ogni misura…….

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007