Zes Sicilia Orientale, Turano: "Ci saranno bandi e fondi anche per Messina" - Tempostretto

Zes Sicilia Orientale, Turano: “Ci saranno bandi e fondi anche per Messina”

Alessandra Serio

Zes Sicilia Orientale, Turano: “Ci saranno bandi e fondi anche per Messina”

lunedì 04 Luglio 2022 - 19:27

L'assessore Turano interviene nella contesa "campanilistica" sulla Zes. Ma per gli ingegneri non è un problema politico

MESSINA – “La Zes della Sicilia orientale non parla né catanese né messinese, parla unicamente la lingua dello sviluppo e della crescita di tutti i territori”. Parola di Mimmo Turano, che alla fine del primo tavolo operativo sulla Zes Sicilia Orientale che si è tenuto alla Camera di Commercio di Messina rispondendo alle polemiche sui fondi destinati alle varie aree della Zona.

“Quando abbiamo fatto il lavoro di perimetrazione delle due Zes siciliane – ha continuato Turano – abbiamo scelto di coinvolgere tutte le province siciliane nel rispetto dei nessi economico funzionali previsti. Tutti i territori, pur nella loro diversità, avranno le stesse preziose opportunità. I 55 milioni di investimenti su cui è sorta una piccola contesa campanilistica tra Catania e Messina sono fondi Pnrr che sono andati a interventi infrastrutturali già programmati, ma presto i commissari potranno pubblicare un bando per finanziare tutti gli interventi già cantierabili”, ha detto l’esponente della Giunta regionale.

Per il presidente dell’Ordine degli Ingegneri non è però un problema politico il fatto che a Messina sia toccato soltanto un milione di euro: “A determinare questi numeri è altro: “altro” che ben conosciamo tutti. Mancanza di lungimiranza dei cosiddetti “stakeholder cittadini”, privilegio dei personali “interessi di bottega” invece che privilegio del più generale interesse “pubblico”, assenza di interesse per la programmazione della cosiddetta “area vasta dello Stretto”, rivendicazioni “spot” su singoli temi che, pur di interesse generale, trattati singolarmente non portano ad alcun vero risultato a vantaggio del “bene pubblico”, dice Santi Trovato.

“Potremmo continuare, potremmo fare un trattato. Ma ci fermiamo. E’ fuori di dubbio che se la classe imprenditoriale, produttiva e professionale della ns. Città non riacquisterà “piena coscienza civile”, impegnandosi ed investendo risorse ed idee per rigenerare il ns. tessuto economico e produttivo, non solo non coglieremo l’opportunità delle Zes ma confermeremo la visione miope che la Città ha di se stessa.”, conclude il presidente dell’Ordine degli ingegneri messinesi.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007