Atm, 8 "nuovi" bus per Messina. Arrivano da Vienna e Berlino. VIDEO e FOTO - Tempo Stretto

Atm, 8 “nuovi” bus per Messina. Arrivano da Vienna e Berlino. VIDEO e FOTO

Francesca Stornante

Atm, 8 “nuovi” bus per Messina. Arrivano da Vienna e Berlino. VIDEO e FOTO

giovedì 23 Maggio 2019 - 13:38

Non sono mezzi nuovi di zecca perché frutto di una transazione che chiude un vecchio contenzioso vinto dall'azienda trasporti. Ma a guardarli è come se lo fossero

La flotta Atm cresce. L’Azienda di via La Farina ha dato il benvenuto ai 7 nuovi bus già pronti per entrare in servizio e andare a rafforzare il programma di mobilità messo in campo dalla governance presieduta da Pippo Campagna. In totale le new entry sono 8, tutti a gasolio, all’appello ne manca ancora uno che arriverà in azienda una volta completati alcuni passaggi amministrativi.

Da dove arrivano

Non sono bus nuovi di zecca, ma a guardarli è come se lo fossero. Sono il risultato di una transazione che l’Atm è riuscita a chiudere con la ditta Basco mettendo la parola fine a un contenzioso che si era aperto nel 2007 e si era trascinato per più di dieci anni. Basco aveva fatto un pignoramento da 650 mila euro sui fondi regionali dell’Atm, poi però il contenzioso si chiuse a favore dell’azienda trasporti messinese e dunque si è giunti all’accordo che quel corrispettivo economico sarebbe stato corrisposto in mezzi di cui l’Atm ha effettivamente bisogno. Quindi otto mezzi, tutti usati ma in buone condizioni.

Le caratteristiche

Nel dettaglio si tratta di 3 bus da 18 metri con una capacità di capienza di circa 150 passeggeri che potranno essere impiegati nei percorsi dello Shuttle e nei servizi del bus notturno estivo. Mezzi che permetteranno di mandare in deposito gli autobus più vecchi. Poi c’è un bus extraurbano che in realtà già da qualche settimana è entrato in servizio sulla linea A20 Ponte Gallo. Infine 4 bus da 12 metri anche questi che potranno andare a rafforzare la linea Shuttle.

Tutti i bus presentati oggi dal Cda dell’Atm e dall’assessore e vicesindaco Salvatore Mondello sono Euro 3,4 e 5 e fino ad ora erano stati in servizio a Vienna e Berlino. Sono circa a metà della loro “vita”, arrivano con tappezzerie perfette e adesivi che vietano di appoggiare i piedi sui sedili, pedane per i disabili e sono praticamente chiavi in mano pronti per partire.

Il parco mezzi

Il parco mezzi Atm oggi conta 100 mezzi potenzialmente pronti per la circolazione, oggi giornalmente escono in servizio 54 bus. In campo però c’è anche l’idea di acquistare altri due mezzi grandi extraurbani da destinare al potenziamento della linea Ponte Gallo ma anche per provare finalmente a creare un’altra linea per collegare allo stesso modo anche la zona sud attraverso la tangenziale. Per centrare questo obiettivo si sta puntando ad utilizzare le somme rimaste dai ribassi di gara per l’acquisto dei bus elettrici.

L’Atm 2.0

«Tutto quello che stiamo facendo rappresenta l’hardware per la nuova società, l’Atm 2.0. Stiamo lavorando per mettere a punto tutte le azioni necessarie per arrivare alla nuova spa evitando di replicare gli errori del passato. Anche sulla questione immobile è tutto pronto per trasferire lo stabile di via La Farina alla nuova società. Questo per spiegare che non stiamo perdendo tempo e non siamo fermi, ma stiamo cercando di fare i passi giusti per creare un’azienda capace di camminare da sola sulle proprie gambe» ha commentato il vicensindaco Mondello ripescando il controverso tema della liquidazione dell’attuale Atm per creare la nuova Atm spa.

Francesca Stornante

Tag:

Un commento

  1. S.p.A. immediatamente……..

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007