Fc Messina: "Ci sentiamo in serie C, a lavoro per ripescaggio e stadio". VIDEO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Fc Messina: “Ci sentiamo in serie C, a lavoro per ripescaggio e stadio”. VIDEO

Simone Milioti

Fc Messina: “Ci sentiamo in serie C, a lavoro per ripescaggio e stadio”. VIDEO

lunedì 12 Luglio 2021 - 07:00

Dopo la partita contro la Gelbison esposti i piani per il futuro dell'Fc Messina. Costantino: "Dicevano che i playoff non servivano"

“Mi sento in serie C, sono contento di esserci e ringrazio tutti quelli che hanno lavorato dai giocatori ai magazzinieri”. Le prime parole del vicepresidente Santi Cosenza al termine della finale playoff del girone I in serie D. Dopo questo risultato l’Fc Messina ha davvero la possibilità di giocare il prossimo anno in serie C, qualora tutti gli step burocratici ed economici saranno espletati correttamente.

Mancava il presidente Rocco Arena su di lui Cosenza ha detto: “Lo ringrazio perché io sono cresciuto qui e vedere la mia squadra a questi livelli è bellissimo. Era previsto arrivasse per la finale, ero tutto pronto ha fatto il tampone prima di partire dalla Spagna, ma è risultato positivo e quindi non è partito. Speriamo guarisca e torni in fretta che abbiamo bisogno di lui qui, c’è tanto da fare adesso per l’Fc Messina”.

Anche mister Costantino è felice per il traguardo raggiunto: “Due mesi fa dicevano che i playoff non servono a nulla, noi ci abbiamo creduto e sapevamo che vincendo i playoff la nostra media punti sarebbe stata determinante”.

Serie C e stadio

Argomenti caldi in queste ore in casa Fc Messina quelli riguardanti l’iscrizione in serie C tramite ripescaggio, o riammissione dice Cosenza, e l’affidamento dello stadio Franco Scoglio.

“Noi adesso andremo a chiedere la riammissione in serie C, non il ripescaggio. Il 13 luglio dobbiamo iscriverci in D, poi viste le rinunce di alcune squadre chiederemo la riammissione in C. Settimana prossima faremo anche ricorso al Tar per quanto riguarda l’affidamento dello stadio. Andremo avanti a prescindere nella nostra azione anche senza lo stadio. Era qualcosa in più per la città, il Tar deciderà se per la mancata aggiudicazione abbiamo sbagliato noi o chi ha deciso in tal senso”.

Difficoltà finanziarie

“Abbiamo i bonifici fatti ai giocatori che valgono. Le voci corrono, lo so, sono di Messina – ha risposto il vicepresidente sull’argomento finanziario – tutti siamo senza soldi, tutti siamo ricchi, problemi economici non ne abbiamo sennò non saremmo qui a chiedere la riammissione, ovviamente dopo aver iscritto l’Fc Messina in serie D.

La serie C sarà più onerosa della serie D soltanto in partenza. A lungo termine per una squadra che sa come comportarsi serie C e investe in campagna abbonamenti e altro non dovrebbero esserci problemi. Da stanotte cominceremo a occuparci della riammissione o ripescaggio che sia”.

Stagione dell’Fc Messina

“Non finirò mai di lodare tutti i ragazzi e ringraziarli – ha detto Costantino al termine della sfida con la Gelbison –. Le parole non servono penso che le sette vittorie consecutive, anche contro squadre importanti, dimostrino il valore di questo gruppo e di questa squadra.

Da solo non avrei potuto far nulla, ho trovato subito disponibilità e c’è stata empatia. Si è creato un ambiente che già c’era quando sono andato via lo scorso anno dall’Fc Messina e non mi è andata giù, ma sono un professionista faccio questo lavoro da 20 anni.

Complimenti a tutti e grazie a tutti voi che avete sostenuto, elogiato e criticato la squadra quando c’era bisogno. L’Fc Messina ce li ha i tifosi, quando andiamo in giro per la città la gente ci fa i complimenti. Hanno capito che questa squadra ha il cuore al di là del nome che porta il marchio, la simpatia o antipatia personale. Andiamo in vacanza felici e contenti”.

Partita contro la Gelbison

Sulla partita vinta nettamente idee chiare per i due allenatori che hanno sottolineato l’importanza dell’episodio dell’espulsione nel primo tempo: “Sicuramente importante per noi l’episodio – ha detto Costantino – le due ammonizioni che ci stanno tranquillamente, ci hanno agevolato”.

Concorda Giuseppe Ferazzoli, allenatore della Gelbison, riconoscendo comunque molto sportivamente la superiorità della squadra giallorosso: “La fine del primo tempo è stato lo spartiacque: espulsione, infortunio e gol subito, hanno condizionato la partita. Però non si può assolutamente addossare una responsabilità del genere ad un ragazzo del 2003 che ha pagato l’emozione e l’importanza della gara.

Noi siamo venuti qui per fare la nostra partita e l’abbiamo fatta. Abbiamo giocato contro una squadra qualitativamente molto forte, come dimostrato anche in campionato, facciamo complimenti a loro ma anche alla mia squadra.

Protagonisti di un’annata importante – ha concluso Ferazzoli – e il nome della Gelbison è stato portato nel centro sud Italia in modo onorevole. La sconfitta fa parte del calcio e bisogna accettarla; sono contentissimo di quello che hanno fatto i miei ragazzi e l’Fc Messina ha vinto meritatamente la partita”.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x