L'emozione dei Diplomi di Laurea al Teatro antico di Taormina. Il rettore: "Una promessa fatta ai miei studenti" VIDEO - Tempostretto

L’emozione dei Diplomi di Laurea al Teatro antico di Taormina. Il rettore: “Una promessa fatta ai miei studenti” VIDEO

Silvia De Domenico

L’emozione dei Diplomi di Laurea al Teatro antico di Taormina. Il rettore: “Una promessa fatta ai miei studenti” VIDEO

mercoledì 27 Luglio 2022 - 09:10

Ospite d'onore la senatrice a vita Elena Cattaneo. "Questi ragazzi hanno dimostrato di saper conquistare traguardi. Un giorno faranno qualcosa di importante per il proprio paese"

Servizio di Silvia De Domenico

MESSINA – Emozionati, eleganti nelle loro toghe e felici: quasi 700 studenti laureati fra il 2019 e il 2021 hanno ricevuto il Diploma di Laurea sul palco del Teatro Antico di Taormina. Una cornice magica per vivere un momento che alcuni di loro attendevano da 3 anni. Dopo una laurea dietro lo schermo di un computer nel salotto di casa hanno finalmente avuto la loro rivincita.

Ospite d’onore la senatrice a vita Elena Cattaneo

Una scalinata stracolma di parenti e amici dei laureati alla triennale e magistrale. Presente anche tutta l’amministrazione universitaria e una platea ricca di autorità civili e militari. Ospite d’onore della cerimonia la senatrice a vita Elena Cattaneo. Farmacologa, biologa, accademica, nota per i suoi studi sulla malattia di Huntington e per la sua carriera scientifica fra Italia e Stati Uniti. Ecco le sue parole per i ragazzi che si apprestavano a vivere un momento emozionante per la loro carriera universitaria.

Le parole commosse del rettore ai suoi studenti

Il primo a prendere la parola sul palco è stato il rettore dell’Università degli Studi di Messina Salvatore Cuzzocrea. “Normalmente su questo palco si arriva con una cartellina con un discorso preparato, ma oggi ho deciso di far parlare le emozioni“, così il magnifico si è rivolto agli ospiti presenti fra il pubblico. Il suo discorso era indirizzato in particolar modo agli studenti: “Voi siete il motivo per il quale io sono ancora rettore dopo questi anni difficili“.

“Io rettore studente anziano e vostro collega”

Con queste parole commosse ha parlato ai ragazzi dicendo di essere orgoglioso di aver messo la sua firma sulle pergamene di laurea. “Quando un giorno vi chiederanno chi era questo rettore che l’ha firmata non ditegli che l’Università di Stanford ha detto che era uno dei ricercatori più citati al mondo, non gli raccontate che qualcuno lo ha definito il primo rettore d’Italia. Raccontate che avete avuto un rettore che era uno studente anziano, che era un vostro collega, che ha messo anima, cuore e tutto se stesso per darvi un’università moderna. E io sono convinto che questa rivoluzione che stiamo facendo insieme continuerà”. E ha concluso: “Non smetterò mai di ringraziarvi e vi auguro ogni futuro che meritate, però lottate per il vostro futuro e non permettete mai a nessuno di dirvi che non potete fare qualcosa”.

Un commento

  1. Peccato, tutti ragazzi eccellenti pronti a lasciare la loro città, rettore e compagni dovrebbero vergognarsi e nascondersi invece di organizzare questa sceneggiata Gattopardiana!!!!!

    2
    2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007