Stanford, Cuzzocrea miglior rettore d'Italia: "A Messina e al Sud si fa ottima ricerca" INTERVISTA - Tempostretto

Stanford, Cuzzocrea miglior rettore d’Italia: “A Messina e al Sud si fa ottima ricerca” INTERVISTA

Giuseppe Fontana

Stanford, Cuzzocrea miglior rettore d’Italia: “A Messina e al Sud si fa ottima ricerca” INTERVISTA

martedì 31 Maggio 2022 - 14:07

La classifica della prestigiosa università californiana. Cuzzocrea: "Voglio lasciare un'università più umana"

di Giuseppe Fontana e Silvia De Domenico

MESSINA – “L’orgoglio è quello di aver fatto bene il mio mestiere”. Il rettore Salvatore Cuzzocrea commenta così il primo posto tra gli italiani nella speciale classifica redatta dall’Università di Stanford, in California, riguardante i rettori e la ricerca negli atenei italiani. Nella top 20 del Paese, Cuzzocrea si è posizionato al primo posto. 9, in totale, sono i rettori di Università del Sud Italia.

Cuzzocrea: “Dimostrato che al Sud si fa ottima ricerca”

“Il fatto che io abbia percorso la mia carriera con attenzione e visione internazionale è nel mio curriculum – spiega Cuzzocrea – e questa visione voglio inculcarla nei giovani. Il fatto di aver raggiunto certi livelli internazionali da giovane dimostra che io stesso ho avuto un maestro che mi ha formato, ed è quello che voglio fare. C’è il piacere che l’Università di Messina sia in una posizione alta insieme ad altri colleghi e atenei del Sud. Abbiamo dimostrato che anche qui si fa ottima ricerca, anche se spesso non siamo in grado di pubblicizzarlo a dovere”.

Cuzzocrea: “Spero di lasciare un’Università più umana”

“Quella classifica non dimostra le qualità scientifiche di Cuzzocrea ma che tanti rettori e tante strutture del Sud sono in grado di fare ottima ricerca. Dovremmo raccontarlo molto meglio e togliere l’invidia dai nostri cuori – prosegue poi il rettore -. Io spero quando finirò di fare il rettore di lasciare un’Università più umana, con tanti giovani e con una visione e una mentalità diverse. Non è complicato fare ottima ricerca, ma far cambiare la mentalità, retaggio di tante cose del passaggio che devono cambiare”.

Tag:

3 commenti

  1. Il Gattopardo 1 Giugno 2022 06:41

    Ma tempo fa non si parlava di calo delle immatricolazioni?

    4
    1
  2. Facciamo Chiarezza 1 Giugno 2022 14:23

    Purtroppo in Italia, il sistema università soffre di gravi patologie, tra cui il passaggio di consegne di padre in figlio, di zio in nipote da nipote a nipote. E proprio a Messina così come in tante altre realtà, chi ben semina, a meno che non fai parte di un qualche partito, non raccoglie altro che “rospi” da ingoiare, forzandoti a dover lasciare la città natale per ritagliarti un posto nella società. Evviva il sistema!

    4
    2
  3. Tina Saporita 1 Giugno 2022 23:48

    Bravo Salvatore Cuzzocrea, studioso attento e sincero. Si merita il traguardo raggiunto frutto di studio,attenzione e capacità.

    3
    4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007