Vandali a Torre Faro: distrutta la recinzione del lago piccolo. VIDEO - Tempo Stretto

Vandali a Torre Faro: distrutta la recinzione del lago piccolo. VIDEO

Silvia De Domenico

Vandali a Torre Faro: distrutta la recinzione del lago piccolo. VIDEO

venerdì 03 Maggio 2019 - 12:01

La Riserva Naturale di Capo Perolo è stata vandalizzata. Diversi metri della staccionata che delimita il lago di Torre Faro sono stati divelti e catapultati in acqua insieme a rifiuti di ogni genere. Servizio di Silvia De Domenico

Tag:

9 commenti

  1. Chi sono questi figli di nessuno che distruggono tutto per sfogare la loro cattiveria sui beni pubblici? Chi sono costoro? Delinquenti incalliti? Vandali? Miserabili cialtroni che non sanno come passare la gionata? Nullafacenti? Malacarne che gira senza alcuna occupazione? Chi sono costoro? Chiunque siano, possiamo dire senza ombra di dubbio che non sono messinesi veri, ma feccia umana, volgari mascalzoni che sfogano i loro istinti sui beni di pubblica utilità. Gentaglia sfrustrata che andrebbe individuata e punita come si deve. Perchè questa feccia immonda non merita nulla, soltanto la galera può addolcirli, o meglio sarebbero i lavori forzati nelle isole, come si faceva una volta, lontani dalla terra ferma, lì nelle isole a rompersi la schiena bisognerebbe portarli. Forse, solo così a certa gente passerebbe la voglia di fare queste cose che feriscono e rattristano l’animo di coloro che amano e rispettano questa bella e perduta città.

    35
    0
    1. Figli di nessuno?! No no, madre e padre non sono ignoti… Sono ben noti… La madre mignotta e il padre cornuto…
      Chi mi ci sicca u sangu…

      0
      0
  2. Fernando Gabbani 3 Maggio 2019 15:02

    C’è ne vuole per divellere quella staccionata..!! Quindi arguisco che l’atto è stato premeditato e per quali fini.o scopi non è dato sapere ma dubito che sia un atto vandalico scaturito improvvisamente da un raptus distruttivo…inoltre la compagine doveva essere numerosa…. chiaramente più di un individuo!!! …e muniti di attrezzi….e che ha richiesto un certo periodo di tempo e su questo ringraziamo le autorità tutte che di controllo del territorio …anche saltuario non se ne vede mai ombra alcuna!!!!

    2
    0
  3. prendere tutte quelle legna e bastonarli…questo bisogna fare…state rovinando messina con le vostre cazzate

    1
    0
  4. qualche tempo fa ammirando il lago abbiamo notato dei topi di fogna nuotare ,questo ci ha disturbato. Oggi leggendo ciò che è stato fatto mi viene da pensare che quei topi di fogna tutto sommato meritano più rispetto di questi scarti di società.

    1
    0
  5. Vandali è dire poco!!!

    0
    0
  6. Ma non sono vandali, “sunnu scattri”, salvo poi farsi prendere a schiaffi da tutti.

    0
    1
  7. Per combattere contro gli incivili , che distruggono , deturpano , fanno violenza ai beni comuni e alle bellezze naturali del territorio , bisogna creare un fronte unico e compatto fra tutti quei cittadini che amano le bellezze e difendono le opere pubbliche della città di Messina e per tale scopo è opportuno attivarsi sempre e in ogni occasione in cui si rilevino danneggiamenti e deturpazioni , attraverso “segnalazioni ” tempestive , utilizzando – se si vuole – anche il ” portale ” facebook di gruppo ” L’ ATTIVISMO SOCIALE ” e il sito blog :

    http://www.laterapiadelbene.blogspot.com

    0
    0
  8. Le mie origini sono messinesi ed amo quella terra, ma sono molto esterefatta da tanto lassismo, inciviltà, brutalità perpetrata verso tanta bellezza naturale da parte della popolazione ed anche chi guarda e tace e rimane inerme è colpevole anch’esso perché la parte civile, di buon senso, di buona volontà dei messinesi deve soli unirsi e dare un senso concreto al disappunto che non può non scuotere gli animi delle persone perbene. Auguri, avete molto da fare e spero che sia giunta l’ora.

    0
    0

Rispondi a Giuseppe Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007