in protesta
I sindacati annunciano che da oggi i lavoratori di Messinambiente tornano in presidio a Palazzo Zanca e che nelle prossime ore si decideranno le nuove azioni di protesta. Dicono basta allo stillicidio del "non fare". L'aula però si è trovata bloccata sul caso della decadenza della collega Sindoni. E in ballo resta anche la sfiducia.
Giovedì, 9. Febbraio 2017 - 1:10
Scritto da: Francesca Stornante
Categoria: politica


COMMENTI

Accedi o registrati per inserire commenti.

node comment

Il Sindaco ha la gravissima colpa di non avere fatto quanto promesso in campagna elettorale, ossia presentare la delibera di "dissesto" tutto il resto viene da se a cascata. I debiti seppelliscono l'Ente che non è in condizione di pagare e con delibere varie non si risolve il problema. Tra qualche mese i lavoratori saranno nuovamente a rischio stipendio perchè non vi è chiarezza sulla gestione ne nuovi progetti solo l'accorpamento di altro personale circa 600 unità in tutto sul cui numero e impiego ci sarebbe da trovare altre soluzioni... Insomma i problemi vanno risolti una volta per tutti e non rimandati con i rischi che ciò comporta! Per il resto siamo tutti ovviamente per una soluzione definitiva e positiva per i lavoratori!

Sono curioso di vedere come riuscirete a rigirare la frittata per dare la colpa al sindaco. Ma sono sicuro che la fantasia non vi manca.

Il tutto si deve all' esito del ricorso presentato dai candidati del Pd, maturato ben tre anni dopo.

Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina - Editrice Tempo Stretto S.r.l., Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina
Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione. Danila La Torre vice coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it - tel 090.9018992 - fax 090.2509937
P.IVA 02916600832- - n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007