Arte e medicina danno vita a “Quadro clinico - Stare bene con arte” - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Arte e medicina danno vita a “Quadro clinico – Stare bene con arte”

Grazia Di Mauro

Arte e medicina danno vita a “Quadro clinico – Stare bene con arte”

venerdì 12 Gennaio 2018 - 07:33

Il programma e gli obiettivi della manifestazione, in programma dal 15 al 27 gennaio nell’incantevole chiesa di Santa Maria Alemanna, sono stati illustrati dai dottori Luigi Mondello e Daniele Di Bartolo, registi dell’intero ambizioso progetto, dal critico d’arte Mosè Previti e dall’artista Piero Serboli.

La manifestazione medico-culturale “Quadro clinico – Stare bene con arte”, in programma a Messina dal 15 al 27 gennaio, nella suggestiva location della chiesa Santa Maria Alemanna, tratterà lo stretto connubio tra medicina e arte.

L’evento è promosso ed organizzato dal team di MutualPass: iniziativa rivolta ai cittadini aderenti, che garantisce attraverso l’uso di una card, una maggiore rapidità di servizi e permette la fruizione di prestazioni sanitarie altamente qualificate a condizioni economiche di riguardo.

I dottori Luigi Mondello e Daniele Di Bartolo sono i registi dell’ambizioso progetto, affiancati dal critico d’arte Mosè Previti e da Maria Teresa Zagone e Anna Vozza che hanno collaborato con alcune schede sulle opere.

Una mostra che si avvarrà di 27 artisti messinesi che, attraverso le proprie opere, interpreteranno una specializzazione medica secondo il proprio stile, unendo l’arte e la scienza in un’esposizione ricca di suggestioni e punti di contatto con i temi più disparati della natura umana.

Antonello Arena, Antonello Bonanno Conti, Francesca Borgia, Giuseppe Brancato, Nino Bruneo, Nino Cannistraci, MaCa, Ilenia Delfino, Alessandra Lanese, Fulvio Leinardi, Mantilla, Josè Martino, Claudio Militti, Filippo Minolfi, Dania Mondello, Paolo Piccione, Laura Pittaccio, Giuseppe Pittaccio, Stello Quartarone, Giuseppe Raffaele, Nino Rigano, Bruno Samperi, Alfredo Santoro, Piero Serboli, Togo, Aurelio Valentini e Ranieri Wanderlingh.

Tra i dipinti esposti, capeggerà “Energia Vitale”, manifesto rappresentativo dell’intero evento, realizzato dal gruppo “Una stanza tutta per se” composto da pazienti-artisti dell’UOC di Oncologia Medica del Policlinico “G.Martino”.

“Energia Vitale è una fantasmagorica e coloratissima rappresentazione di cellule neoplastiche – ha precisato il critico d’arte Mosè Previti ― che sono diventate mondi, stelle, pianeti e mastodontiche creature oniriche immerse in uno spazio indefinito.

Forme che dovrebbero essere temibili; ricordiamo infatti che si tratta pur sempre di cellule tumorali, che grazie all’intervento artistico e fantasioso dei pazienti che le hanno affrontate personalmente, sono diventate la fauna di un ambiente totalmente intriso di vibrante colore ed energia vitale”.

La mostra sarà liberamente fruibile al pubblico dalle ore 16 alle ore 20. Ospiterà, oltre alla pittura e alla scultura, incontri tematici e appuntamenti culturali incentrati sulla musica, prosa e poesia.

“Questa esposizione d’arte contemporanea fortemente voluta –ha commentato l’autore dell’intera iniziativa Luigi Mondello ― è il frutto di un disegno culturale ben preciso che mira ad un nuovo modo di concepire la salute. Abbiamo chiesto a questi artisti e ai pazienti del reparto di oncologia del Policlinico, di cimentarsi, immaginando e interpretando le specializzazioni sanitarie, per creare un ponte estetico tra arte e medicina. Questa scienza diventa così, soggetto e oggetto dell’arte –ha continuato il dottor Mondello ― che mira ad alleviare le sofferenze e alleggerire le difficoltà a cui un malato va incontro. Entrambe le discipline si occupano dell’uomo e se, fin ora, hanno proceduto separatamente, oggi ci sembra doveroso riunire questi due orizzonti nel segno della prevenzione. Anche dal punto di vista concettuale – ha concluso il regista dell’iniziativa ― l’aver previsto e pre-venuto può essere interpretato come atto di immaginazione e creatività sanitaria, in cui il medico , grazie a competenza e sensibilità riesce ad intervenire prima che la malattia esploda”.

E proprio la prevenzione sarà il filo conduttore del convegno medico-scientifico (programma a piè pagina) “Stare bene con Arte”, convenzionato ECM, che si svolgerà sabato 20 Gennaio alle 8.30 nella chiesa Santa Maria Alemanna.

Si discuterà di informazione e azioni finalizzate ad impedire, o ridurre il rischio, che si verifichino eventi clinici indesiderati; significa parlare di benessere per la società e fornire gli strumenti e conoscenze utili affinché il libero cittadino possa adottare modelli e stili di vita corretti e proficui per la propria salute.

Prezioso per la prevenzione è il “calendario della salute” di MutualPass, che verrà donato a tutti i presenti all’incontro, realizzato per portare concretamente avanti un progetto di vita, come riferimento per stare bene.

Da evidenziare in programma le conferenze: ”L’Ospedale Militare di Messina tra passato e presente” 24 gennaio ore 18 a cura dei professori Enzo Caruso e Francesco Rizzo, e “L’Ospedale Piemonte tra storia e arte” 25 gennaio ore 18, a cura dell’architetto Nino Principato, ensemble Corelli.

Grazia Di Mauro

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x