19 ottobre 1719: 300 anni fa la resa della Real Cittadella - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

19 ottobre 1719: 300 anni fa la resa della Real Cittadella

Daniele Ferrara

19 ottobre 1719: 300 anni fa la resa della Real Cittadella

sabato 19 Ottobre 2019 - 11:38
19 ottobre 1719: 300 anni fa la resa della Real Cittadella

Messina-Tre secoli fa la Real Cittadella, dopo 3 mesi d'assedio, veniva consegnata dalle truppe spagnole a quelle del Sacro Romano Impero

Trecento anni fa esatti, questo stesso giorno, dopo tre mesi d’assedio, la Real Cittadella di Messina veniva consegnata dalle truppe spagnole a quelle del Sacro Romano Impero.

La Guerra di Successione

Da poco si era conclusa la Guerra di Successione di Spagna, che aveva visto quasi tutti gli stati d’Europa scontrarsi per spartirsi l’impero di Madrid o porre il regnante a sé favorevole sul suo trono, un conflitto nel quale l’aveva spuntata Filippo di Borbone, nipote di Luigi XIV il Re Sole.

Il duca Vittorio Amedeo II

La Corona di Sicilia era stata affidata dalla Pace di Utrecht al duca Vittorio Amedeo II di Savoia, che in questo modo aveva letteralmente coronato il proprio sogno di diventare un re. Con la morte del Re Sole, il reggente Filippo d’Orleans venne a conoscenza d’un complotto che mirava a sostituirlo con il suo regale e omonimo cugino.

Tutto ciò lo portò ad allearsi con il Regno di Gran Bretagna e la Repubblica dei Sette Paesi Bassi Uniti contro il Regno di Spagna – tutti concordi che si dovesse frenare la potenza di Madrid –, alla quale si sarebbe associato più avanti il Sacro Romano Impero, retto dagli Asburgo d’Austria.

L’inizio delle ostilità

Fu il Re di Spagna, tuttavia, ad aprire le ostilità, segnando l’inizio della Guerra della Quadruplice Alleanza. Ben sapendo che i Siciliani erano insofferenti al dominio del Savoia, un grosso esercito spagnolo comandato dal Marchese di Lede sbarcò in Sicilia e ben presto con l’appoggio della popolazione sgomberò le varie fortezze ch’erano in mano a guarnigioni piemontesi, fra queste la Real Cittadella di Messina.

Tre mesi d’assedio

Tuttavia, dopo tre mesi d’assedio da parte delle forze austriache e imperiali del Conte di Mercy, bramose di rivalsa dopo la sconfitta a Francavilla, gli occupanti dovettero arrendersi e cedere la Real Cittadella – l’avvenimento del quale oggi facciamo memoria. D’allora, il Regno sarebbe stato retto dall’imperatore Carlo VI d’Asburgo, per quattordici anni.

La resa della Real Cittadella

Non c’è nessuna lezione particolare da trarre, c’è soltanto da ricordare un fatto storico di rilievo internazionale che vide Messina come punto nevralgico; ricordare, come ricordano pressoché tutte le città del mondo, e come deve riprendere a fare Messina che non può più rifiutare di conoscere il passato.

L’Associazione Amici del Museo di Messina conta di celebrare adeguatamente nel prossimo futuro questa ricorrenza che vide Messina al centro di dispute di portata internazionale, in quanto chiave del Regno di Sicilia.

ndr-si ringrazia Franz Riccobono per l’immagine, ove si può ammirare una stampa d’epoca spiegata da cartigli raffigurante l’assedio alla Real Cittadella

Daniele Ferrara

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007