Il Real Zancle fa ricorso contro le 8 giornate di stop al calciatore Cipriano - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Il Real Zancle fa ricorso contro le 8 giornate di stop al calciatore Cipriano

Piero Genovese

Il Real Zancle fa ricorso contro le 8 giornate di stop al calciatore Cipriano

mercoledì 14 Novembre 2018 - 01:41
Il Real Zancle fa ricorso contro le 8 giornate di stop al calciatore Cipriano

I massimi vertici societari del Real Zancle hanno presentato ricorso contro la decisione del giiudice sportivo regionale relativamente al provvedimento del calciatore Cipriano sospeso per otto giornate.

"Contegno irriguardoso nei confronti dell'arbitro; nonchè per aver tentato di colpire lo stesso con un pugno non riuscendo perchè bloccato da un proprio compagno di squadra”. Questa la motivazione del giudice sportivo che ha inflitto la pesante sospensione al calciatore Cipriano del real Zancle.

Ora in merito a questa decisione, i massimi vertici societari giallorossi hanno presentato ricorso poichè affemano, è vero ch le proteste sono state eccessive ma è da considerare il rigore concesso all'88esimo minuto dal direttore di gara che di sicuro ha inciso sulla tenuta nervosa del calciatore, provocando un comportamento sconveniente ma anche una attenuante a sua discolpa.

Il presidente Christian Fiorentino tende a sottolioneare che i suoi tesserati hanno sempre tenuto un comportamento leale e corretto sia in campo che fuori, considerando deprecabile ogni tentativo di violenza a calciatori, dirigenti o arbitri e negli anni precedenti, partecipando ai campionati provinciali di Terza Categoria, ha sempre conseguito punteggi elevati nella classifica discipiplina.

"Sicuramente – si legge nel ricorso – il signor Cipriano ha contestato il direttore di gara, mostrando comportamento minaccioso ma, non ha mai portato a tentativi di colpire lo stesso con pugni o altro".

Pertanto la società chiede alla Corte Sportiva di Appello Territoriale di riformare la sentenza di primo grado indicata nel C.U n.155 del 7 niovembre, di ridimensionare la pena a Cipriano che, nonostante l'espulsione subita per il rigore concesso, non ha creato tensioni in campo e fuori, accettando la sanzione arbitrale inflitta.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x