Acr Messina, Sciotto ha deciso: "Squadra iscritta, non potevo abbandonare" - Tempostretto

Acr Messina, Sciotto ha deciso: “Squadra iscritta, non potevo abbandonare”

Giuseppe Fontana

Acr Messina, Sciotto ha deciso: “Squadra iscritta, non potevo abbandonare”

mercoledì 22 Giugno 2022 - 17:49

Il presidente convinto che la città abbia capito che il club sia un bene di tutti: "Ora rilanciamo"

MESSINA – “Per me è finito un incubo. Sono stati giorni complicati, con tensioni al massimo, perché non potevo permettermi di non iscrivere la squadra al campionato, che è una mia creatura. Ho cercato di metterla in venderla, di regalarla, ma non ci sono riuscito. Allora io dovevo scegliere se finirla o effettuare l’iscrizione al campionato. Ma io non sono un imprenditore che viene qua per interessi, ma un primo tifoso. Quando allenavo dicevo che sarei diventato il presidente del Messina, io sono il primo tifoso. Ora ho depositato l’iscrizione e da oggi si riparte. Lanceremo subito la campagna abbonamenti, sono convinto che questa volta ci sarà tutta la città a partecipare perché si è capito che il Messina è un bene di tutti”. Il presidente Pietro Sciotto ha deciso: la sua avventura alla guida dell’Acr Messina continua. Questo pomeriggio l’annuncio della decisione nel corso di una conferenza stampa.

“Io sino a ieri sera non ho dormito – ha detto Sciotto -. Ma se ho deciso di iscrivermi devo avere entusiasmo, non c’è altro che mi ha spinto. Fino a ieri sera ero distrutto, ma non potevo lasciare il Messina abbandonato. Dico ai tifosi di unirci e partire. Avendo deciso così ora bisogna rilanciare. I miei figli mi hanno detto: quanto devi spendere ancora per questa squadra? Ma è un bivio e mi sento di rischiare. I miei fratelli mi hanno indirizzato”. Oggi sono stati pagati stipendi, Iva, iscrizione al campionato e la fideiussione. “Io sono esposto per 700mila euro” ha aggiunto Sciotto.

Manfredi: “Saremo l’unica squadra siciliana in C”

Il direttore generale Lello Manfredi: “Sono stato inondato di messaggi dei tifosi e sono stato in trepidazione come loro. Anche io ho saputo oggi che alla fine la famiglia Sciotto avrebbe iscritto il Messina. Sono molto contento di vedervi numerosi e a voi giornalisti rivolgo il primo messaggio: se vogliamo fare qualcosa di importante la stampa deve essere unita. Se non partiamo da noi, che siamo qui, a dare il primo segnale non possiamo pretendere che lo facciano altri. Oggi la famiglia Sciotto ci rende felici. La campagna? Su due parole: “tanto” e “quanto”. “Tanto” saremo organizzati noi “quanto” la città ci sosterrà. Noi dobbiamo aiutare, rispondere positivamente. Saremo l’unica squadra in Sicilia in C”.

Articoli correlati

Tag:

Un commento

  1. 👏👏👏👏👏👏👏👏 al Presidente Sciotto che non ha fatto perdere la REALTÀ del calcio messinese ….e devo fare anche gli 👏👏👏👏👏👏 a TEMPOSTRETTO che si era schierato a dare una mano affinché il calcio non sparisse come stava per accadere tra l’indifferenza di chi poteva aiutare il Presidente in modo concreto….. così come pure 👏👏👏👏👏👏👏 a quei VERI tifosi che erano pronti a raccogliere fondi per il sostentamento alla squadra del Messina…..hanno faticato per risalire ed arrivare in serie c dopo essere sprofondati nel basso più profondo….e chi risale la china non merita di sprofondare di nuovo ma merita SUPPORTO ….c è stato un tempo in cui le navi si riempivano di tifosi del Messina che sostenevano la squadra nelle trasferte .. ….e sarebbe BELLO che il Messina calcio ritornasse agli antichi fasti 🤩!!!!!!

    2
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007