Agricoltura. Lo Giudice: "Tre anni per graduatorie contributi Ue, governo risolva situazione gravissima" - Tempostretto

Agricoltura. Lo Giudice: “Tre anni per graduatorie contributi Ue, governo risolva situazione gravissima”

.

Agricoltura. Lo Giudice: “Tre anni per graduatorie contributi Ue, governo risolva situazione gravissima”

. |
giovedì 21 Luglio 2022 - 13:21

Il deputato regionale ha presentato una interrogazione urgente

MESSINA – Da due a tre anni per approvare le graduatorie e poi ritardi per l’erogazione materiale dei finanziamenti alle aziende e agli operatori agricoli. È quanto sta succedendo con tre bandi della vecchia programmazione comunitaria 2014-2020 relativi al Psr, il Piano di sviluppo regionale, in particolare per l’asse 4, quella che si occupa di tutela della biodiversità e del territorio. Ad essere vittime di questo ennesimo caso di burocrazia “lumaca” sono centinaia di aziende che fra aprile e agosto del 2019 hanno risposto ad un bando della Regione per contributo, che in base alla tipologia di azienda di interventi previsti, può andare da 30 a 400 mila euro circa.

Presentata una interrogazione urgente

Ora la vicenda arriva all’Assemblea regionale siciliana, dove Danilo Lo Giudice ha presentato una interrogazione urgente al Governo regionale. “Tre bandi destinati a sostenere la biodiversità, gli interventi contro il dissesto idrogeologico e per la valorizzazione del territorio – spiega Lo Giudice – si trascinano da anni, a causa di problematiche burocratiche e cavilli di natura informatica, con un continuo rimpallo di responsabilità tra l’amministrazione regionale e l’organismo pagatore Agea”. Un ritardo, aggiunge il deputato di Sicilia Vera “aggravato dal progressivo svuotamento degli enti periferici dell’assessorato agricoltura e dalla evidente incapacità della pubblica amministrazione di gestire i contributi comunitari nell’istruire e completare gli iter di finanziamento”. Lo Giudice chiede quindi al presidente Musumeci e all’assessore Scilla di “intervenire urgentemente” per lo sblocco dei pagamenti, che “darebbe respiro alle aziende che così potrebbero dare inizio ai lavori generando importanti e virtuosi meccanismi economici per gli addetti al comparto”.

Tag:

3 commenti

  1. Hai scelto il momento migliore per questa dichiarazione….

    6
    1
  2. Franco Fabiano 21 Luglio 2022 14:37

    il GIOVANOTTINO si è montato la testa!

    4
    1
  3. Cittadino libero 21 Luglio 2022 16:32

    Il giovanotto per leggere le carte ha avuto bisogno tre anni , adesso le cose sono due: o poverino non capisce o fa gioco di parte, io penso entrambi.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007