Villafranca, sversamenti anomali e puzza al depuratore. L'interrogazione - Tempo Stretto

Villafranca, sversamenti anomali e puzza al depuratore. L’interrogazione

Salvatore Di Trapani

Villafranca, sversamenti anomali e puzza al depuratore. L’interrogazione

mercoledì 02 Agosto 2017 - 13:43
Villafranca, sversamenti anomali e puzza al depuratore. L’interrogazione

Quale la situazione del depuratore di Villafranca Tirrena? I consiglieri di minoranza Celeste, Cucinotta, Micali e Zirilli presentano un interrogazione al sindaco. Intanto sono numerose le segnalazioni riguardanti la presenza di cattivi odori.

Torniamo a parlare di depuratori e lo facciamo spostandoci nel comune di Villafranca Tirrena. Lo scorso 16 luglio i consiglieri di minoranza Celeste e Cucinotta hanno dichiarato di aver assistito a degli sversamenti di liquame non trattato presso il depuratore comunale. Una situazione che li ha subito allarmati traducendosi nella presentazione di un interrogazione consiliare, volta a comprendere lo stato attuale dell'impianto.

"L'anomalia -spiega il consigliere Antonio Celeste- si era già verificata in altre occasioni, in passato. Per lo più abbiamo assistito a questi sversamenti la domenica, quando l'impianto di depurazione non risulta presidiato. Secondo la documentazione in nostro possesso, inoltre -prosegue- gli ultimi controlli effettuati risalgono al 2014 ad opera dell'ARPA che, in quell'occasione, aveva individuato la presenza di valori preoccupanti".

Gli stessi consiglieri, inoltre, hanno presentato in mattinata formale richiesta di ispezione al depuratore, al fine di individuarne il corretto funzionamento e le eventuali cause delle anomalie.

Nei giorni scorsi sono state diverse le segnalazioni ad opera dei cittadini, che ponevano l'accento sulla presenza di cattivi odori nelle vicinanze dell'impianto. Una situazione particolarmente delicata, dunque, che richiederà sicuramente un attento controllo.

"Chiediamo -si legge nell'interrogazione presentata- se siano stati effettuati i dovuti controlli e se la ditta incaricata della gestione si sia già mossa per degli eventuali lavori di adeguamento, volti a migliorare le prestazioni del depuratore. Inoltre, segnaliamo la mancata presenza di cartelli di divieto di balneazione nei pressi delle spiagge vicine all'impianto".

Il sindaco Matteo De Marco, da noi contattato, ha dichiarato di essere a lavoro per studiare la situazione e di essere pronto a rilasciare dichiarazioni nei prossimi giorni, non appena saranno presenti novità sulla questione.

Salvatore Di Trapani

Tag:

Un commento

  1. Nel 2016, il depuratore è stato oggetto di un esposto alla Procura della Repubblica. In quella occasione, l’accesso al depuratore fu negato al deputato del M5S, Alessio Villarosa. I dati delle analisi dell’ARPA, citati da Celeste e Cucinotta, risalgono al 2014 e sono assolutamente preoccupanti, con batteri fecali che superano di parecchie centinaia di volte i limiti di legge. In quella occasione il Sindaco dichiarò che nuove analisi fornivano un quadro meno preoccupante. Da allora, tuttavia, i cittadini di Villafranca aspettano inutilmente che tali nuovi dati siano resi pubblici, come impone la normativa vigente. Da allora il depuratore è rimasto un buco nero maleodorante inaccessibile ad ogni controllo.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007