Assemblea Atm con il sindaco De Luca. Filt Cgil e UIltrasporti si rivolgono al prefetto - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Assemblea Atm con il sindaco De Luca. Filt Cgil e UIltrasporti si rivolgono al prefetto

Redazione

Assemblea Atm con il sindaco De Luca. Filt Cgil e UIltrasporti si rivolgono al prefetto

sabato 07 Dicembre 2019 - 15:40
Assemblea Atm con il sindaco De Luca. Filt Cgil e UIltrasporti si rivolgono al prefetto

Secondo le due sigle sindacali, assenti all’incontro, è necessario procedere alla seconda fase di sciopero

Grandissima partecipazione dei lavoratori ATM all’assemblea che ho richiesto per spiegare come stanno le cose. Ho ringraziato le organizzazioni sindacali presenti (assente CGIL e UIL) per il supporto che stanno garantendo all’amministrazione comunale per il rilancio del servizio di trasporto pubblico locale archiviando la gestione fallimentare dell’azienda ATM e lanciando la nuova ATM spa”. Così il sindaco Cateno De Luca al termine dell’incontro con i lavoratori dell’azienda trasporti in una delicata fase di transizione.

Dopo l’assemblea odierna intervengono le due sigle sindacali assenti. “Filt Cgil e UIltrasporti – si legge in un comunicato – nell’odierno incontro tra le parti convocato dai vertici Atm in merito all’attivazione delle procedure di sciopero con nota del 2 dicembre 2019 prendono atto che non siano state fornite adeguate e formali garanzie da parte datoriale in merito al pagamento e alla tempistica delle prossime spettanze del mese di dicembre e della 13ma mensilità da saldare entro il 20 dicembre e che alle precise domande poste da questi sindacati i liquidatori di Atm hanno confermato i timori che hanno portato alle procedure di sciopero” .

“Filt Cgil e UIltrasporti – continua il documento – reputano grave il clima di forte preoccupazione e tensione sociale che si vuole innescare tra i lavoratori, riscontrando nelle dichiarazioni a verbale dei liquidatori le medesime frasi giunte a mezzo stampa dal Sindaco di Messina che vincolano il pagamento dei salari dei dipendenti al processo intrapreso di liquidazione dell’ATM . Questa indebita pressione , a nostro avviso non giustificabile da fatti concreti che possano realmente subordinare il diritto al salario allo svolgimento delle procedure di liquidazione dell’azienda speciale, generano solo preoccupanti tensioni sociali di cui il Sindaco ha la piena ed unica responsabilità. Siamo certi che il consiglio comunale opererà in piena autonomia comprendendo la strategia del primo cittadino” .

Reputando grave per il futuro dei dipendenti e del servizio pubblico la situazione innescata da una fase liquidatoria che ci appare poco chiara , Filt Cgil e UIltrasporti al fine di tutelare il salario dei lavoratori e i diritti acquisiti dagli stessi chiudono con esito negativo l’odierno incontro e reputano necessario procedere alla seconda fase di sciopero chiedendo con urgenza a Sua Eccellenza il Prefetto di Messina la convocazione delle parti .

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007