Ripristinati i danni alla stazione ferroviaria di Milazzo - Tempostretto

Ripristinati i danni alla stazione ferroviaria di Milazzo

Serena Sframeli

Ripristinati i danni alla stazione ferroviaria di Milazzo

venerdì 10 Gennaio 2014 - 14:44

Dopo gli atti vandalici avvenuti la notte del 27 dicembre la RFI ha rispristinato i danni arrecati all’infrastruttura

Dopo gli atti vandalici commessi la notte del 27 dicembre 2013 ai danni dei locali della stazione ferroviaria di Milazzo, il Comitato Pendolari Siciliani, con propria nota, “ ringrazia i funzionari di Rete Ferroviaria Italiana che, in meno di dieci giorni appena, hanno ripristinato tutti i danni arrecati all’infrastruttura”.
La notte del 27 dicembre, grazie alla segnalazione di un passegero, i Carabinieri della Compagnia locale hanno potuto riscontrare che alcuni vandali avevano rotto tutte le vetrate, facendo intervenire sul posto anche la Polizia Scientifica. I vandali avrebbero usato degli estintori e la stazione ferroviaria di Milazzo sembrerebbe priva di telecamere.
Il Comitato Pendolari Siciliani prosegue nella nota chiedendo “a Rete Ferroviaria Italiana di mantenere gli obiettivi previsti dal progetto PEGASUS (Programma Evoluto per la Gestione di Aree di Stazioni Ubicate nel Sud Italia) e nella quale rientra la stazione ferroviaria di Milazzo Gli obiettivi sono: offrire migliori servizi ai viaggiatori e alle comunità locali; mettere a disposizione dell’utenza una rete di stazioni moderne e funzionali in grado di interagire con realtà territoriali a forte vocazione turistica e stimolare nei viaggiatori in transito un interesse attivo per i contesti e le attività territoriali.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007