Baraccopoli Fondo Fucile: ci sono le prime case. Chiavi per dieci famiglie - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Baraccopoli Fondo Fucile: ci sono le prime case. Chiavi per dieci famiglie

Francesca Stornante

Baraccopoli Fondo Fucile: ci sono le prime case. Chiavi per dieci famiglie

martedì 01 Dicembre 2020 - 07:42
Baraccopoli Fondo Fucile: ci sono le prime case. Chiavi per dieci famiglie

E' la più grande baraccopoli di Messina. Servono circa 130 case per cancellare questa vergogna. Ieri la consegna delle prime dieci case

Un altro piccolo passo sulla strada del risanamento a Messina. Il simbolo sono le chiavi consegnate dall’assessore Salvatore Mondello. Chiavi che rappresentano una nuova casa che arriva dopo anni di attese e speranze per dieci famiglie di Fondo Fucile. E’ la più grande baraccopoli di Messina, in totale sono circa 130 le case che il Comune dovrà trovare per liberare quella che è senza dubbio la più grande baraccopoli di Messina.

Ieri l’assessore al Risanamento Salvatore Mondello ha compiuto il primo passo anche su Fondo Fucile. Dieci alloggi assegnati a dieci famiglie in graduatoria per l’assegnazione dell’alloggio popolare. “E’ un risultato che premia l’impegno dell’Amministrazione Comunale e il grande cambio di passo impresso dal Sindaco De Luca sin dal suo insediamento. Un tema complesso e di difficile gestione – ha dichiarato l’Assessore Mondello – che solo grazie alla perseveranza e alla sinergia, sta registrando ulteriori e significativi passi avanti”.

Per l’assessore, il lavoro incessante del Presidente di Arisme Marcello Scurria, coadiuvato da un gruppo di tecnici che hanno saputo fare squadra, non poteva che portare al raggiungimento di un obiettivo prioritario quale quello di affrancare la città da una piaga secolare come quella delle baracche.

Mondello però tiene i piedi per terra: “Si tratta di un procedimento che richiede ancora molte energie, a causa di una serie di criticità e variabili non facilmente prevedibili, ma possiamo affermare che la macchina del Risanamento avanza, aggiungendo ogni giorno importanti tasselli. È stato molto emozionante consegnare le chiavi dei nuovi alloggi e percepire la gioia di concittadini meno fortunati di noi che oggi hanno coronato un sogno. Per questo motivo, la delega al Risanamento è quella che in assoluto mi rende più orgoglioso di amministrare questa città”.


Tag:

Un commento

  1. Una volta finito lo sbaraccamento, ci sara’ una nuova costruzione di altre baracche che il Comune fara’ finta di non vedere .La situazione si perpetuera’ in continuazione come avvenuto varie volte in passato.

    4
    4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x