Beni di consumo più cari, Spicuzza: "Messinesi sempre più poveri" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Beni di consumo più cari, Spicuzza: “Messinesi sempre più poveri”

Alessandra Serio

Beni di consumo più cari, Spicuzza: “Messinesi sempre più poveri”

mercoledì 17 Marzo 2021 - 08:14

Prezzi sempre più alti e Messina sempre più povera. L'analisi di Spicuzza e la ricetta dei commercialisti per uscire dalla crisi

A Messina è tutto più caro, i beni di consumo costano circa il 20% in più. Questo vuol dire che i messinesi sono sempre più poveri. Enrico Spicuzza, presidente dell’Ordine dei Commercialisti di Messina, analizza l’attuale situazione economica e avverte: “Bisogna aumentare il reddito dei cittadini per uscire dalla crisi”.

Di seguito, l’analisi di Spicuzza: “Mi permetta segnalare la continuo ed allarmante crescita dei prezzi dei generi di consumo e di prima necessità. I prezzi al consumo sono aumentati di oltre il 15% in linea generale ed alcuni generi anche del 22%, nell’ultimo anno.

Tutto ciò ha acconsentito di aumentare il livello di povertà nella nostra città a discapito di tutti ed in particolare delle fasce più deboli. Quando i prezzi al consumo aumentano chi si occupa di economia sa che bisogna intervenire con ogni strumento possibile per aumentare la capacità di reddito dei cittadini.

In questo anno di enormi difficoltà abbiamo assistito ad una ingiustificata crescita dei prezzi dei beni di largo consumo senza che le autorità preposte siano intervenute o abbiamo preso provvedimenti in merito.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x