Bicchiere mezzo pieno, Acr Messina indenne a San Luca. La C si avvicina - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Bicchiere mezzo pieno, Acr Messina indenne a San Luca. La C si avvicina

Manuel Pernice

Bicchiere mezzo pieno, Acr Messina indenne a San Luca. La C si avvicina

domenica 16 Maggio 2021 - 18:48

I peloritani strappano il pari al "Corrado Alvaro". Bollino risponde a Greco. Conservato il +4 sul secondo posto

Era iniziata male, è finita meglio. Ma in fin dei conti va bene così. Nel primo tempo l’Acr Messina è irriconoscibile e va sotto con il gol di Greco. Ma nella ripresa cambia il “film” della partita. Gli uomini di Novelli scendono in campo con gli occhi della tigre. Dopo almeno tre occasioni nitide, è Bollino a firmare il pari su punizione. Nei minuti finali i peloritani restano in dieci, ma riescono a conquistare un meritato pareggio. Un punto che alla fine può andar bene e che tiene le inseguitrici a quattro lunghezze.

Il gol annullato a Foggia per un dubbio fuorigioco

Primo tempo “regalato”, San Luca in vantaggio

L’Acr Messina deve fare a meno di Sabatino, vittima di un infortunio muscolare nella rifinitura. Primi minuti a ritmi blandi, ma è il San Luca a tenere in mano il pallino del gioco. L’Acr Messina si limita a difendere, ma anche la retroguardia non è impeccabile. Al 20′ i padroni di casa passano in vantaggio. Sugli sviluppi di un corner Greco sale nell’attico e di testa trafigge Caruso. Il gol dei padroni di casa non sveglia i peloritani, che sembrano essere rimasti negli spogliatoi. Un minuto dopo il vantaggio i calabresi sfiorano il raddoppio. Ma la conclusione di Leveque s’infrange sul palo. Al 38′ c’è l’unico timido tentativo dei peloritani. A provarci è Bollino in rovesciata, ma Pezzati mura il suo tentativo. Termina così la prima frazione, con una prestazione di basso livello per i peloritani.

Resilienza peloritana, il pari di Bollino

Nella ripresa Novelli prova a dare una scossa ai suoi. Dentro Giofrè al posto di Izzo. Al 53′ sugli sviluppi di un calcio di punizione, Foggia pareggia di testa. Ma l’arbitro annulla il gol per un fuorigioco dubbio. L’Acr Messina torna in campo con un piglio diverso. Piede sull’acceleratore alla ricerca del pareggio. Al 56′ c’è la “sassata” dal limite di Aliperta respinta da Scuffia. Il pallone termina tra i piedi di Bollino che conclude addosso al muro calabrese sulla linea di porta. Sul corner seguente c’è il colpo di testa di Lomasto, Scuffia con un colpo di reni alza sulla trasversale. Al 64′ a provarci è ancora il difensore peloritano, ma la sfera si infrange sul palo. Poco dopo il forcing dell’Acr Messina viene premiato. Al 73′ c’è la sassata su calcio di punizione di Bollino che sorprende Scuffia sul proprio palo. Al 87′ i peloritani rimangono in dieci per un fallo da ultimo uomo di Lavrendi. I peloritani serrano le fila e si salvano al 95′ su un colpo di testa che si spegne a lato.

SAN LUCA – ACR MESSINA 1-1

San Luca: Scuffia; Fiumara, Greco, Pezzati, Murdaca, Spinaci (46′ Carella), Carbona, Bruzzaniti (45′ Lorefice), Leveque, Pelle (77′ Marchionna); Romero (75′ Nagore). A disp. Callejo, Pitto, Mammoliti, Nallo, Arcuri. All. Francesco Cozza. Acr Messina: Caruso; Mazzone, Lomasto, Boskovic, Izzo (46′ Giofrè), Cristiani (59′ Cunzi), Aliperta (85′ Vacca), Lavrendi, Bollino, Foggia, Cretella (81′ Crisci). A disp. Lai, Cascione, Bellopede, Manfrellotti, Oggiano. All. Raffaele Novelli.                                                                                                 Arbitro: Fabio Rosario Luongo di Napoli. Reti: 20′ Greco, 73′ Bollino

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x