Torna transitabile la S.P. 50 di Castanea. Il comitato cittadino ringrazia Provincia e Comune - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Torna transitabile la S.P. 50 di Castanea. Il comitato cittadino ringrazia Provincia e Comune

Sara Faraci

Torna transitabile la S.P. 50 di Castanea. Il comitato cittadino ringrazia Provincia e Comune

giovedì 25 Luglio 2013 - 14:20

La strada, già danneggiata dalle piogge nell'inverno del 2012, era stata definitivamente compromessa dalla voragine creatasi il 14 marzo scorso

Si è conclusa positivamente l’ingarbugliata vicenda della strada provinciale di Castanea. Ripristinato il manto stradale e ricolmata la voragine che aveva causato insistenti disagi alla viabilità, la S.P. 50 è stata finalmente restituita alla sua piena funzionalità.

Ad avere il merito delle operazioni sull’arteria, già interdetta al transito da parte dei mezzi pesanti, la Provincia Regionale di Messina, che ha potuto vantare la direzione tecnica di Anna Chiofalo, in sinergia con il Comune, che si è invece adoperato per tramite del proprio direttore tecnico, Massimo Pistorino. Una cooperazione “seria e competente” come l’hanno definita gli esponenti del comitato cittadino sorto proprio allo scopo di occuparsi della spinosa questione.

E’ l’esito di un percorso travagliato affrontato dai residenti che si erano addirittura risolti alla costituzione di un comitato spontaneo per incalzare le autorità nella presa di opportuni provvedimenti. E, infatti, dopo le iniziali proteste già avanzate nel dicembre del 2012 dal consigliere Biancuzzo, a causa dei danni apportati alla carreggiata dalle serie precipitazioni della stagione, la problematica era passata sotto silenzio sino a quando il cedimento del suolo era diventato talmente serio da produrre una vera e propria voragine proprio in prossimità di piazza SS. Rosario, il 14 marzo scorso.

Tutto è bene quel che finisce bene, possono tirare un sospiro di sollievo gli abitanti della zona che agguerriti avevano più volte fatto visita agli uffici tecnici del Comune e alla ragioneria protestando contro l’infinito scaricabarile che aveva allungato le tempistiche di intervento facendo supporre l’ennesima inerzia da parte delle istituzioni.

Uno scenario che è stato ribaltato con la suddivisione delle spese preventivate, tra Comune e Provincia, per l’investimento di una somma totale di 54mila euro. Una scelta che – seguita dalla chiusura del tratto interessato dai danni – ha condotto all’inizio dei lavori di messa in sicurezza, ora definitivamente conclusi.

Soddisfazione per una vittoria che aveva anche i requisiti di una corsa contro il tempo dato che l’area sottostante la strada franata era ed è tuttora sito di impianti idrici, fognari, elettrici, telefonici e del gas e che con le alte temperature della stagione estiva iniziava già a rivelare i primi segni di ammaloramento.

Ripreso, quindi, il tram tram quotidiano lungo quella che, tra l’altro, rappresenta l’unico collegamento tra il villaggio e la strada statale 113/dir, il prossimo passo – come lo stesso comitato cittadino ha annunziato – sarà quello di ridare regolarità anche al transito dei servizi pubblici risolvendo un altro annoso problema: quello dell’efficienza delle corse degli autobus. (Sara Faraci)

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x