"Caro Conte il virus uccide dentro, siamo abbandonati. State spegnendo i nostri sogni" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

“Caro Conte il virus uccide dentro, siamo abbandonati. State spegnendo i nostri sogni”

.

“Caro Conte il virus uccide dentro, siamo abbandonati. State spegnendo i nostri sogni”

. |
martedì 20 Ottobre 2020 - 09:39

"Sono una donna che sarà costretta a chiudere l'azienda, una mamma che non sfama i suoi figli. Mi sento abbandonata dallo Stato. Restituiteci la nostra vita"

La lettera-appello di una donna, di una mamma, di una lavoratrice.

“Caro presidente, Le scrivo perchè mi sento abbandonata da quello che è lo Stato, da chi ci dovrebbe tutelare. Mi sento abbandonata perché io sono prima di tutto Italiana e quindi oggi sono una delle proprietarie di un’attività che a causa di queste normative probabilmente chiuderà la saracinesca per sempre perché non si riescono più a gestire i costi in uscita dal momento che il lavoro è calato drasticamente.

Non sfamiamo i nostri figli

Oggi sono una di quei dipendenti che viene mandata a casa perché diventa difficile pagare uno stipendio in questo momento. Oggi sono una mamma e un papà che non riesce a sfamare i propri figli e non viene aiutato dallo Stato. Oggi sono una di quelle in cassa integrazione che spesso bisognava aspettare 2 o 3 mesi prima di percepirla. Allora io Le chiedo se è davvero giusto tutto questo. Ma la risposta credo possa essere soltanto no.

Il virus ci sta uccidendo dentro

Questo “virus” ci sta uccidendo e non a livello fisico. Questo “virus” ci sta uccidendo dentro. Sta uccidendo le nostre vite. Sta intaccando il nostro lavoro, le nostre famiglie e la nostra libertà. E non abbiamo nessuno che riesca a curarci e a prendersi cura di noi. Al contrario stiamo cadendo giù, in picchiata fino a schiantarci. E mentre voi studiate per cosa sia giusto fare, noi dobbiamo lottare per ottenere una visita perché ad oggi è più importante il virus che poter prevenire una malattia che possa essere grave o meno. Noi qui siamo stanchi di lottare.

State spegnendo i nostri sogni

State spegnendo i nostri sogni, le nostre speranze. State spegnendo il nostro futuro. Questa è una guerra invisibile e solo chi è il più intelligente, non il più forte, vincerà. Ma poi questo virus è così burlone? Non esistono fasce orarie in cui ci si può infettare di più. Non esistono vie e piazze principali dove si rischia di più rispetto ad un’altra. Non è il caffè preso ,alzati, al bar fino alle 18.00, piuttosto che il cocktail preso dopo la mezzanotte a determinare un contagio. Non è la palestra o la piscina. Tutto questo sta alla coscienza e al senso civico di ognuno di noi. Ma non sono queste strette che porteranno a un risultato, bensì solo ad un ulteriore fallimento di un paese intero. Come sempre, nella storia, saremo noi cittadini a pagarne le conseguenze. Come sempre siamo noi le vittime indiscusse. Ridateci tutto quello che ci appartiene, ridateci la spensieratezza. Ma sopratutto, ridateci la nostra vita.”

Maria Gualniera

Articoli correlati

Tag:

3 commenti

  1. Esatto! Bravissima!

    0
    6
  2. ma se la coscienza civica ce l’ha solo il lupo il governo cosa deve fare? fa ammalare tutti e poi pigliano i camion militari e trasportano i morti all’incenitori?

    7
    0
  3. bonanno giuseppe 20 Ottobre 2020 12:04

    che ridicoli questi VIROLOGI questi Presuntuosi del OMS o dell’ISS.. ahahahahahahahahah lasciamo aperto tutto fino a tardi . tanto dipende dalla nostra coscienza e dal senso civico come abbiamo fatto da…” Giugno in poi e perche no fino a domenica scorsa…” ..ma smettiamola ….non siamo ridicoli……mi vien che ridere leggere queste letterte……….questo Stato …Governo ladro…… .

    7
    1

Rispondi a burrascanu Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x