"Scia" negata a Telecom Spa, Tar dà ragione al Comune di S. Teresa di Riva - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

“Scia” negata a Telecom Spa, Tar dà ragione al Comune di S. Teresa di Riva

“Scia” negata a Telecom Spa, Tar dà ragione al Comune di S. Teresa di Riva

martedì 25 Settembre 2018 - 06:05
“Scia” negata a Telecom Spa, Tar dà ragione al Comune di S. Teresa di Riva

La vicenda è legata all'adeguamento tecnologico di un impianto di telefonia mobile sul lungomare. L'ente locale e l'Assessorato regionale al Territorio si erano costituite parte civile

S. TERESA DI RIVA. Si chiude a favore del Comune di Santa Teresa di Riva (e dell'assessorato regionale Territorio e ambiente) il primo round della vicenda che ruota attorno all'adeguamento tecnologico di un impianto di telefonia mobile ubicato sul lungomare “Paolo Borsellino”.

La prima sezione del Tar di Catania con ordinanza n. 567/2018, pubblicata ieri, ha respinto l’istanza cautelare proposta da Telecom Italia Spa (rappresentata dall’avvocato Giovanni Zucchi), contro il Comune di Santa Teresa di Riva (rappresentato e difeso dall'avvocato Carmelo Moschella) e l'Assessorato regionale al Territorio ed ambiente (rappresentato e difeso dall'Avvocatura distrettuale dello Stato di Catania), compensando le spese della fase cautelare.

La vicenda è legata al diniego di una “Scia” (segnalazione certificata di inizio attività) per lavori da eseguire per l'adeguamento tecnologico di un impianto di telefonia mobile sul lungomare. La Telecom con ricorso dello scorso 24 luglio, aveva chiesto l’annullamento, previa sospensione, della nota dell’ente locale.

Le richieste della Telecom Spa sono state contestate dal Comune santateresino e dall’assessorato regionale, i cui rispettivi enti si sono costituiti parte civile. I giudici amministrativi catanesi (presidente Savasta, relatore Sidoti) hanno accolto pienamente le difese articolate dal Comune di S. Teresa di Riva ritenendo che ad un primo esame, l’impugnazione della nota del Comune jonico pare inammissibile per mancata impugnazione degli atti inibitori precedenti ed in particolare di due note (confermate dal provvedimento impugnato e che esplicitavano le ragioni per cui la scia non poteva essere istruita positivamente, diffidando dal darne seguito).

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007