“Sulle orme di Federico”, Milazzo nel circuito regionale dei Castelli - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

“Sulle orme di Federico”, Milazzo nel circuito regionale dei Castelli

Serena Sframeli

“Sulle orme di Federico”, Milazzo nel circuito regionale dei Castelli

giovedì 15 Maggio 2014 - 12:28

Il Primo Cittadino punta ad un piano di sviluppo che consenta di inserire il castello nei percorsi culturali siciliani

“Con questo progetto vogliamo ribadire la necessità di un confronto per riuscire ad aprire un dialogo con il Fec perché lo Stato centrale deve capire cosa fare con la cultura e noi, come Fondazione, vogliamo avviare un percorso per costruire una politica della cultura. E, dati alla mano, la tendenza sui flussi turistici è positiva”. Con queste parole il direttore generale della Fondazione Federico II, Francesco Forgione ha presentato a Milazzo l’iniziativa “Sulle orme di Federico”, giunta alla seconda edizione che da alcuni giorni attraversa la Sicilia dell’imperatore svevo Federico II.
“In questo percorso non poteva non mancare il Castello di Milazzo – ha affermato Forgione – e siamo lieti di iniziare la collaborazione col Comune per valorizzare una struttura imponente, oggetto di un restauro importante che merita di essere conosciuto non solo dalle nuove generazioni ma dai turisti. Oggi si deve comprendere che la valorizzazione dei beni culturali è la principale risorsa per l’economia”.
Un’apertura quella del direttore della Fondazione accolta con entusiasmo dal sindaco Carmelo Pino. “Sul Castello abbiamo scommesso – ha detto il primo cittadino – e dopo aver lottato con determinazione per consentire la pubblica fruizione, adesso siamo impegnati per attuare un piano di sviluppo che consenta l’inserimento della struttura nei percorsi culturali siciliani. La collaborazione della Fondazione è importantissima in quanto si tratta di una struttura di riferimento per i Comuni e quanti sul territorio portano avanti attività di ricerca e valorizzazione dei siti culturali”.
Nel corso dell’incontro hanno relazionato l’arch. Arturo Alberti, passando in rassegna alcuni aspetti architettonici del Castello di Milazzo che “ci permettono di evidenziare senza alcun dubbio che si tratta di un Castello svevo” e il prof. Bartolo Cannistrà che ha ribadito come “l’inserimento di Milazzo nel progetto della Fondazione era per certi aspetti dovuto visto che Federico II oltre a far costruire l’imponente maniero, era particolarmente legato a Milazzo, e non solo al Castello, ma al porto e alla Piana dove spesso si recava per dedicarsi al suo hobby preferito, la caccia”.
Il prof. Cannistrà ha quindi sottolineato il ruolo strategico di Milazzo anche dal punto di vista militare, riportando alcune testimonianze documentali dell’epoca, nelle quali si evinceva che la sorte di Messina era legata proprio alla città del Capo.
In chiusura la Fondazione ha messo in scena lo spettacolo “CantHistoria – I guerrieri venuti dal Nord” con Nuccia Maugeri e Giuseppe Santangelo.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007