L’Università pronta ad “accogliere” il personale universitario in servizio presso l’IRCCS. Lo Snals non ci sta - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

L’Università pronta ad “accogliere” il personale universitario in servizio presso l’IRCCS. Lo Snals non ci sta

DLT

L’Università pronta ad “accogliere” il personale universitario in servizio presso l’IRCCS. Lo Snals non ci sta

DLT |
giovedì 30 Agosto 2012 - 09:34

Il segretario Pergolizzi ha inviato una nota al rettore Tomasello e al direttore ammnistrativo Cardile, chiedendo la revoca in autotutela della delibera approvata dal Cda

L’Ateneo peloritano è pronto a dare “ospitalità” ai dipendenti universitari in servizio presso il Centro neurolesi. Con delibera del 30 luglio 2012, il Consiglio di Amministrazione dell’Università, ha infatti espresso parere favorevole all’ipotesi di richiamare presso l’Ateneo il personale universitario con contratto a tempo indeterminato, in servizio presso l’IRCCS Centro Neurolesi “Bonino Pulejo”, in attesa di una opportuna rimodulazione della Convenzione che lega l’Università all’Istituto che si trova a Casazza, sui Peloritani.

Sulla vicenda interviene il segretario dello Snals, Nello Pergolizzi che ha inviato una nota al rettore Francesco Tomasello e al direttore amministrativo Pino Cardile e per conoscenza al direttore generale del Centro neurolesi, sollecitando la revoca in autotutela della delibera del Consiglio di Amministrazione del 30 luglio scorso.

«Il provvedimento di rientro in servizio all’Università del personale in questione, sembrerebbe assunto unilateralmente dall’Università scrive Pergolizzi – appare illegittimo, in quanto le modifiche apportate alla convenzione stipulata il 16.04.2007, non risulterebbero concordate tra le parti».

«Ulteriori profili di illegittimità – sempre secondo quanto scrive il segretario sindacale – vengono evidenziati dall’art. 13, comma secondo, della Legge Regionale n. 18, nel quale si prevede che il personale con contratto a tempo determinato in servizio alla data del 30.06.2008 presso il Centro Neurolesi Bonino Puleio di Messina proveniente dall’A.S.L. n. 5 o dall’Università degli studi di Messina può optare per mantenere il rapporto di lavoro con l’Ente di provenienza». Secondo il dispositivo della legge , al personale è riconosciuto il diritto di optare per mantenere il rapporto di lavoro con l’ Ente di provenienza , entro 180 dalla approvazione della pianta organica .

Nel documento, Pergolizzi sottolinea, inoltre che «la scadenza della Convenzione, di durata quinquennale, tra l'Università di Messina ed il nuovo Ente IRCCS, prevista per il 30.03.2012, in mancanza di alcuna disdetta delle parti con preavviso di anni 1, secondo quanto previsto dall’art. 26 della Convenzione, risulta tacitamente rinnovata per ulteriori anni 5».

Per i motivi sopra elencati il segretario dello Snals chiede, quindi, a Tomasello e Cardile di tonar sui loro passi ritirando la delibera approvata dal Cda. (DLT)

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007