Giro d'Italia. A Terme Luigiane vince Dellier. Nibali 4° nella generale - Tempostretto

Giro d’Italia. A Terme Luigiane vince Dellier. Nibali 4° nella generale

Piero Genovese

Giro d’Italia. A Terme Luigiane vince Dellier. Nibali 4° nella generale

giovedì 11 Maggio 2017 - 16:41

Il Giro d'Italia torna a parlare svizzero. Silvan Dillier compie oggi una grande impresa, vincendo dopo 200 Km di fuga la 6a tappa del Giro il cui arrivo è stato posto a Terme Luigiane, prima volta della carovana rosa quest'anno in terra calabra, dopo l'arrivo ieri di Messina. Si comincia quindi a risalire lo stivale.

La carovana rosa inizia a risalire lo stivale. Dopo l'arrivo di ieri a Messina, oggi è toccata alla Calabria ospitare la carovana rosa. A Terme Luigiane, dopo 200 Km di fuga, vince lo svizzero Silvan Dillier, per lui quinto successo tra i professionisti. L'atleta della BMC sul tragurado ha anticipato il belga Jasper Stuyven (Trek-Segafredo) e l'austriaco Lukas Postlberger (Bora-Hansgrohe).

I big invece, continuano a controllarsi nel gruppo. Non cambia infatti la classifica generale, con Nibali quarto a soli 10 secondi di distacco dalla maglia rosa Jungels. Il gruppo, oggi guidato dalla Wilier-Selle Italia e la Cannondale-Drapac, ha cercato di controllare i fuggitivi, che, ai 50 Km dalla fine, avevano sulla maglia rosa un vantaggio di 5 minuti, troppi per essere ripresi.

Ai -24 Km dall'arrivo, ecco il GPM di Fuscaldo, catalogato come quarta categora, il vantaggio degli uomini di testa scende di 3 minuti, ma sono davvero troppi per sperare in una rimonta del gruppo. Si giocano, a questo punto, la vittoria di tappa Stuyven, Dillier e Postlberger, mentre Pedersen si rialza e Andreetta rimane attardato.

Domani, partenza da Castrovillari e arrivo ad Alberobello. Tappa praticamente pianeggiante per i primi 140 km (breve discesa in partenza) lungo strade prevalentemente ampie e rettilinee. Subito dopo la partenza, i ciclisti affronteranno Breve salita in corrispondenza al GPM di Bosco delle Pianelle e ultima parte molto impegnativa per la serie di attraversamenti cittadini con i consueti ostacoli della viabilità come rotatorie, spartitraffico, isole pedonali, pavé, dossi.

Gli ultimi 5 Km sono prevalentemente in salita, con una breve discesa che termina ai 700 m. Dopo un paio di cambi di direzione, si risale di nuovo per l'arrivo posto ad Alberobello, per la prima volta città di tappa.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007