Ciclismo, Vincenzo Nibali vince il Giro di Sicilia. Battuti Valverde e Bardet - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Ciclismo, Vincenzo Nibali vince il Giro di Sicilia. Battuti Valverde e Bardet

Simone Milioti

Ciclismo, Vincenzo Nibali vince il Giro di Sicilia. Battuti Valverde e Bardet

venerdì 01 Ottobre 2021 - 15:09

Assolo di Nibali al Giro di Sicilia nella quarta tappa, il messinese torna alla vittoria dopo due anni: "Emozione incredibile qui mi allenavo da bambino"

Vincenzo Nibali con un’azione decisa vince la quarta tappa del Giro di Sicilia 2021 e arriva a Mascali con un vantaggio tale da trionfare anche nella classifica finale della corsa.

Per lo Squalo dello Stretto è la prima vittoria dopo 26 mesi, ultimo arrivo a braccia alzate per il messinese al Tour 2019 durante la 20ª tappa corsa il 26 luglio. Poco più di due anni senza una vittoria che torna nella sua Sicilia e vale doppio perché con quest’azione Nibali ha conquistato anche la maglia giallorossa del leader della classifica generale.

Messi nel sacco Valverde e Bardet, i due avversari che ieri, al termine della terza tappa, avevano preso una quindicina di secondi a Nibali. Il messinese oggi, in una tappa che sembrava disegnata apposta per lui, ha ricambiato lo smacco e staccato tutti gli avversari nettamente.

Il trionfo di Nibali nella 4ª tappa

La quarta tappa da Sant’Agata di Militello a Mascali chiudeva la 25ª edizione del Giro di Sicilia, nel finale da ripetere due volte il passaggio sull’arrivo di Mascali, in mezzo la scalata di Sciara di Scorciavacca che è stata giudice della corsa.

Proprio durante l’ascesa, quando mancavano 22 km al traguardo, Nibali si è mosso dal gruppo dei migliori dove figuravano ancora il leader Valverde e il francese Bardet che sembrava il primo rivale dello spagnolo. Con loro anche Alessandro Covi e David de la Cruz della Uae Emirates, che hanno provato senza riuscirci a fare gioco di squadra, e Lorenzo Fortunato della Eolo Kometa.

Ci prova solo Bardet a inseguire, troppo tardi Nibali, e Valverde si incarica dell’andatura solo per etichetta, spetta a lui in quanto leader della corsa. Ma Vincenzo Nibali è inarrestabile e scollina da solo con una quarantina di secondi di vantaggio. In discesa guadagna ancora, velocità massima registrata per lui di 84 km/h, quasi un minuto sul gruppetto inseguitore che ormai ha mollato e viene ripreso addirittura da un gruppetto che inseguiva alle loro spalle.

L’emozione dello Squalo dello Stretto

Arrivo a braccia alzate per Nibali che si emoziona tanto da piangere. “Emozione incredibile – ha dichiarato subito dopo il traguardo – perché era da un po’ che la vittoria non arrivava, anche a causa dei problemi fisici. Vincere qui dove pedalavo da bambino, su strade che conoscevo perché mi allenavo, è un’emozione incredibile”.

Vincenzo Nibali con il fratello Antonio al termine della corsa.
Foto in questo articolo di Filippo Mazzullo

“Conoscevo bene la discesa ma non il versante scalato che era molto duro. Arrivato in cima da solo sapevo che c’era solo da pedalare forte per arrivare al traguardo” ha concluso Nibali, lo Squalo dello Stretto concluderà la sua stagione tra una settimana quando correrà il Giro di Lombardia, ultima classica monumento della stagione.

I vincitori del Giro di Sicilia

Vincenzo Nibali indossa la maglia di leader del Giro di Sicilia

Vincenzo Nibali, Trek Segafredo, ha vinto la classifica generale grazie alla vittoria della quarta tappa che ha riscattato il momento no vissuto al termine della terza frazione della corsa. Le prime due frazioni hanno visto i corridori arrivare tutti a stesso tempo visto che l’altimetria non era impegnativa. Sul podio con lui Alejandro Valverde (Movistar), che aveva mostrato il suo valore vincendo la terza tappa con arrivo a Caronia, e Alessandro Covi (Uae Emirates) che è sempre rimasto coi migliori.

A indossare la maglia ciclamino di miglior velocista è Juan Sebastian Molano, Uae Emirates, ultimo uomo del treno veloce di Gaviria nelle corse più importanti, il colombiano qui ha dominato in entrambe le prime due frazioni adatte alle sue caratteristiche e i velocisti presenti, quasi tutti italiani, nulla hanno potuto per opporsi al suo strapotere. La maglia di miglior scalatore è andata a Cristian Scaroni, colore verde pistacchio in onore della Sicilia, l’atleta azzurro corre per la Gazprom-Rusvelo, squadra ProTeam che ha sicuramente ripagato gli organizzatori vincendo questa speciale classifica e mostrandosi all’altezza dell’invito ricevuto.

Articoli correlati

Tag:

2 commenti

  1. GRANDE NIBALI! La tua Sicilia ti ha rimesso in corsa!

    0
    0
  2. Giuseppe Mastrojeni 4 Ottobre 2021 09:29

    Vincenzooo

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007