Cimitero di Salice nel degrado: gli abitanti fanno squadra e ripuliscono tutto - Tempo Stretto

Cimitero di Salice nel degrado: gli abitanti fanno squadra e ripuliscono tutto

Francesca Stornante

Cimitero di Salice nel degrado: gli abitanti fanno squadra e ripuliscono tutto

giovedì 20 Giugno 2019 - 08:00
Cimitero di Salice nel degrado: gli abitanti fanno squadra e ripuliscono tutto

Si sono rimboccati le maniche, hanno preso scope e ramazze e hanno restituito decoro al luogo in cui riposano i loro cari.

Da troppo tempo nessun intervento di pulizia nel cimitero di Salice. Come spesso accade, le condizioni in cui versano soprattutto i cimiteri suburbani della città sono insopportabile per chi si reca a portare un fiore e fare una preghiera ai propri cari defunti.

E così, di fronte allo stato di abbandono e degrado in cui è stato lasciato il cimitero di Salice, c’è chi ha deciso di non rimanere a guardare senza fare nulla. Un gruppo di salicesi si è letteralmente rimboccato le maniche per ripulire i segni dell’incuria dal cimitero del villaggio.

Un’iniziativa spontanea, un passa parola e una serie di appelli su facebook. Ed ecco che sabato mattina si sono ritrovati davanti ai cancelli del cimitero. Muniti di scope, ramazze, guanti e arnesi vari hanno lavorato incuranti del sole e del caldo.

Volontari di tutte le età hanno fatto il possibile per restituire decoro a quel luogo di tutti ma dimenticato da chi dovrebbe invece prendersene cura. Avevano provato a segnalare questo stato al custode, ma nulla si era mosso. E così, di fronte ad una situazione che si presenta tale e quale ogni anno, soprattutto in vista dell’estate e per evitare il proliferare di pulci e zecche, hanno ripulito tutto.

Lo hanno fatto per dimostrare che anche i cittadini possono dare lezioni di civiltà e buona volontà. Anche se sono stanchi di essere trattati come cittadini di serie B solo perché “colpevoli” di vivere in periferia, anche se le tasse sono le stesse di chi abita in centro città.

Alla fine della loro mattinata di lavoro, il cimitero di Salice aveva tutto un altro aspetto. Peccato però che quel lavoro non doveva spettare ai cittadini.

Le foto

Francesca Stornante

Articoli correlati

Tag:

Un commento

  1. Nello stesso cimitero, il forte scirocco di Pasquetta, ha fatto sì che si spezzasse un albero (marcio all’interno, prontamente rimosso) che rovinando a terra ha danneggiato parecchi monumenti, alcuni in modo grave! L’amministrazione, dopo varie pec seguite da nessuna risposta e varie segnalazioni fatte di persona con documentazione fotografica allegata, nella persona del dirigente del dipartimento cimiteri, ha dato come risposta ai cittadini che hanno subìto dei danni( per Fortuna solo materiali), che non é previsto alcun risarcimento/intervento di rispristino degli stessi, anche se a provocarli oltre l’evento meteo, sicuramente eccezionale, ha contribuito evidentemente una mancata manutenzione/verifica dello stato di salute di quegli alberi…lo stesso stato di abbandono generale in cui versano i cimiteri, che i cittadini evidentemente indignati, in questo caso si sono prodigati di provare a cambiare! ovvero i cittadini sono buoni solo a PAGARE, le tasse, le concessioni e tutto quanto previsto per avere un posto al cimitero, ma diritti zero!

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007