Primo ciak per la "Seconda Primavera" di Francesco Calogero, ambientato a Messina - Tempostretto

Primo ciak per la “Seconda Primavera” di Francesco Calogero, ambientato a Messina

Emma De Maria

Primo ciak per la “Seconda Primavera” di Francesco Calogero, ambientato a Messina

domenica 08 Settembre 2013 - 12:35
Primo ciak per la “Seconda Primavera” di Francesco Calogero, ambientato a Messina

Il regista messinese torna al lungometraggio tredici anni dopo il film il Metronotte del 2000. Prodotto dalla neonata società Polittico srl, Seconda Primavera, che si avvale del contributo della Sicilia Film Commission e della collaborazione delle maggiori istituzioni messinesi, porta sul grande schermo una narrazione corale che segue l’avvicendarsi delle stagioni.

Il cinema italiano apre le porte alla città dello Stretto con una nuova produzione cinematografica, ambientata interamente nella città e nella provincia di Messina.

A scegliere "la porta della Sicilia" come location unica della sua ultima fatica cinematografica è il regista messinese Francesco Calogero.

"Seconda Primavera", le cui riprese si concluderanno il prossimo 26 settembre, rappresenta il sesto lungometraggio per il regista nostrano e l'esordio nella veste di produttore cinematografico per la società di produzione Polittico srl.

La scelta del cast, composto quasi interamente da attori messinesi, è indicativa di una volontà e di una scelta precisa da parte della produzione: quella cioè di valorizzare l'arte ed il talento locale. Messinesi e siciliane saranno anche le maestranze tecniche che prenderanno parte alla realizzazione del film.

Il primo ciak è stato già girato all'interno di una sala del nuovo edificio, ancora cantiere, del Museo di Messina, fruibile in via eccezionale per le riprese del film.

Francesco Calogero torna così al lungometraggio tredici anni dopo il film il Metronotte del 2000, un giallo interpretato da Diego Abatantuono, Flavio Insinna, Anna Safroncik e Nini Salerno, e successivamente alla lavorazione a diversi documentari, ai quali il regista messinese ha affiancato un’intensa attività di operatore e direttore in alcuni Festival nazionali di Cinema con frequenti incursioni nella didattica e nella formazione.

Prodotto dalla neonata società Polittico srl, Seconda Primavera si avvale del contributo della Sicilia Film Commission e della collaborazione delle maggiori istituzioni messinesi; tra queste l’Università peloritana, la Provincia regionale di Messina, l’assessorato regionale ai Beni Culturali e all'Identità Siciliana, il museo interdisciplinare regionale “Maria Accascina” di Messina, il Comune di Messina, il Teatro Vittorio Emanuele, la Gazzetta del Sud – Fondazione Bonino-Pulejo e la Prefettura di Messina.

La società di produzione Polittico si colloca dunque sul panorama della cinematografia italiana puntando innanzitutto su ricerca e valorizzazione delle eccellenze artistiche e tecniche meno conosciute, per poi esercitare particolare attenzione e monitoraggio costante su tutte le realtà attoriali di cinema e teatro presenti sul territorio siciliano: una ricerca propedeutica finalizzata ad un proficuo confronto con il panorama artistico nazionale.

Seconda Primavera è un film corale, una narrazione suddivisa in capitoli che seguono l’avvicendarsi delle stagioni così come spiega il regista Francesco Calogero: "“Il passare delle stagioni non rappresenta solo un modo di leggere ed attraversare la vita seguendo il flusso del tempo, il trascorre delle stagioni simboleggia la mutevolezza della nostra capacità di interpretazione della realtà che è spesso contraddittoria e soggetta al gioco del fato”.

Una villa abbandonata, un incontro inatteso, un amore conflittuale ed un passato che ritorna, attraverso la tragedia personale vissuta dal protagonista, sono i temi di una narrazione scandita dal mutevole inarrestabile scorrere delle stagioni.

Nel cast Nino Frassica, Angelo Campolo, Antonio Alveario, una conferma nei film di Calogero, Livio Bisignano, Monia Alfieri, Giovanni Boncoddo, Giulia Giordano, Vivina Guerra, Antonio Lo Presti, Vittoria Micalizzi, Annibale Pavone, Maurizio Puglisi, Gianfranco Quero e Giada Vadalà.

Ad impreziosire il ricco parterre anche l’attrice catanese Tiziana Lodato, attualmente impegnata in una seconda produzione siciliana per la regia di Giampaolo Cugno.

Nel cast anche giovani attori emergenti di cinema e teatro, come Desirèe Noferini, Hedy Krissane, Gianluca Cesale e Barbara Silva.

Nel ruolo di Andrea, architetto cinquantenne attraversato dall’avvicendarsi delle stagioni, l’attore Claudio Botosso protagonista di alcuni film di Fellini, Bellocchio e Pupi Avati e di interprete di importanti fiction televisive e film indipendenti targati U.S.A. al fianco di Willem Defoe.

Nel ruolo di Rosanna invece, l’attrice Anita Kravos interprete nel recentissimo film "La grande bellezza" di Paolo Sorrentino.

Alla direzione della fotografia Giulio Pietromarchi, al suo terzo film con Francesco Calogero, mentre la scenografia porterà la firma di Antonio Virgilio.

La scelta largamente condivisa dalla società produttrice di utilizzare risorse umane e strutture locali, si propone come intento quello di creare attenzione intorno all’immenso patrimonio naturale della Regione Siciliana ed allo stesso tempo aspira ambiziosamente ad attrarre sul territorio siciliano iniziative imprenditoriali di produzione audiovisiva che favoriscano un'occasione di occupazione e sviluppo per l’economia siciliana.

(Emma De Maria)

Tag:

Un commento

  1. quando andrà in onda e dove????ki sa rispondermi???

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007