TaoFilmFest, Panzera: “Garantita una transizione nel segno della qualità” - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

TaoFilmFest, Panzera: “Garantita una transizione nel segno della qualità”

Domenico Colosi

TaoFilmFest, Panzera: “Garantita una transizione nel segno della qualità”

martedì 27 Giugno 2017 - 17:57

Il segretario generale di TaoArte, oggi anche coordinatore del comitato di selezione del Festival, presenta la 63esima edizione della storica kermesse

“Un’edizione ponte costruita con orgoglio e spirito di sacrificio, un modo per garantire la continuità di un Festival amato a livello internazionale”. Il segretario generale di TaoArte Ninni Panzera fa il punto della situazione presentando la 63esima edizione del Festival del cinema di Taormina (6-9 luglio), una kermesse giunta ad un passo dal rinvio dopo le note vicende dei mesi scorsi. “Sono momenti fisiologici che possono ripetersi con una certa cadenza. Ricordo ad esempio il caso del biennio ’95-’96, quando le edizioni si svolsero in soli tre giorni prima al Teatro Antico e poi al San Domenico. Oggi siamo ad un bivio: quella di quest’anno sarà un’edizione di transizione che non rinuncerà comunque alla qualità. Vogliamo celebrare un nuovo matrimonio tra il cinema e Taormina, la notte bianca dell’8 luglio è stata strutturata proprio in questa direzione: in città ci saranno infatti dieci diverse postazioni da cui sarà possibile sviluppare un ricco programma di proiezioni, concerti, reading e presentazioni. Non voglio dimenticare in questo senso anche il concerto al Teatro Antico dell’Orchestra e del Coro del Massimo di Palermo per la direzione del maestro Zubin Mehta, un evento esterno al Festival che tuttavia siamo lieti di aver incluso nel nostro programma”.

La corsa contro il tempo di queste settimane ha spinto alcuni critici a parlare di un’edizione in tono minore: “La qualità dei film scelti non può meritare questo tipo di definizione – spiega Panzera -. La collaborazione con il Festival di Cannes e il sostegno prontamente garantito dall’Assessorato al Turismo, dalla FilmCommission Sicilia e da tutte le istituzioni locali ci hanno permesso di poter presentare al pubblico un’edizione dignitosa per la storia di una kermesse come il TaoFilmFest. Con un budget di 140mila euro e tempi così ristretti era d’altronde impossibile ospitare divi internazionali come accaduto nelle scorse edizioni, ma il cinema è anche – forse soprattutto – altro: proiezioni, masterclass, prime nazionali, incontri con il pubblico. Vogliamo essere una luce in un momento buio prima di un’auspicata normalità”.

Tra gli ospiti della 63esima edizione l’attrice Isabella Ragonese, i registi Antonio Piazza e Fabio Grassadonia e il già citato direttore d’orchestra Zubin Mehta. Quartier generale della manifestazione, come ogni anno, il Palazzo dei Congressi. Prevista anche la proiezione in prima nazionale di alcuni film presentati durante l’ultima edizione del Festival di Cannes.

Domenico Colosi

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x