Città metropolitana. Patto per lo sviluppo, ok alla riprogrammazione - Tempo Stretto

Città metropolitana. Patto per lo sviluppo, ok alla riprogrammazione

Redazione

Città metropolitana. Patto per lo sviluppo, ok alla riprogrammazione

giovedì 18 Aprile 2019 - 07:15
Città metropolitana. Patto per lo sviluppo, ok alla riprogrammazione

Via libera del Comitato di Indirizzo e controllo dell’Agenzia per la coesione territoriale. Elogiato il lavoro degli Uffici dell’Ente

MESSINA – Si è riunito il Comitato di indirizzo e Controllo del Patto per lo sviluppo della Città Metropolitana di Messina. Al Comitato, convocato dal Presidente Riccardo Monaco, erano presenti, in video conferenza presso l’Agenzia per la Coesione Territoriale, la dottoressa Valli e la dottoressa Sacco per il Dipartimento, il dott. Russo e il dott. Lasco, per conto dell’Agenzia.

Da Roma ha partecipato il sindaco Metropolitano, Cateno De Luca, mentre dalla sede della Città Metropolitana di Messina sono intervenuti il segretario generale Caponetti in rappresentanza dell’Ente, l’ing. Cappadonia responsabile del Patto; di supporto erano presenti il dott. Roccaforte, l’arch. Siracusano e l’ing. Maiorana.

La seduta prevedeva la discussione della proposta di riprogrammazione del Patto per lo sviluppo della Città Metropolitana di Messina, vagliata nel corso dei mesi di gennaio e febbraio 2019 con la richiesta di alcuni chiarimenti da parte del dipartimento. A conclusione dell’istruttoria il Comitato di indirizzo e Controllo ha preso atto della proposta della Città Metropolitana non rilevando alcuna criticità. Questo permetterà di richiedere il trasferimento di ulteriori risorse oltre le anticipazioni, per consentire di accelerare la spesa.

Il sindaco Metropolitano Cateno De Luca si è detto “soddisfatto del risultato ottenuto con l’asseverazione da parte del Comitato di indirizzo e controllo della riprogrammazione del Patto per Messina. Da mesi lavoriamo per raggiungere questo risultato. Abbiamo eliminato gli interventi che si presentavano come irrealizzabili sotto il profilo dei tempi imposti dal cronoprogramma del Masterplan e abbiamo inserito progetti cantierabili, che ci permettono di rispettare il principio dell’apertura dei cantieri entro dicembre 2021”.

“Ad ottobre – ha aggiunto De Lucao – si procederà alla rimodulazione delle altre linee di intervento al fine di recuperare il tempo perduto nell’ultimo triennio”.  Il proficuo lavoro degli uffici della Città Metropolitana ha ottenuto i complimenti dei dirigenti del Ministero delle Finanze e del Comitato di coesione, che hanno rimarcato il fatto che la Città Metropolitana di Messina è stata una delle prime a completare celermente e positivamente  la revisione del Patto.

“Non solo è stata approvata la rimodulazione del patto per Messina – ha spiegato il sindaco metropolitano Dde Luca – ma abbiamo ricevuto anche i complimenti per le modalità di revisione e per la qualità delle proposte.

Tra le nuove proposte: oltre 10 milioni di euro per l’approvvigionamento idrico per la città di Messina; oltre 40 milioni di euro per lo svincolo autostradale di Ali Terme; circa 30 milioni per lo svincolo di Monforte San Giorgio (con le economie dei ribassi d’asta); circa 5 milioni di euro per il restauro di Forte Gonzaga; oltre 2,5 milioni di euro per i licei di Lipari e tanti altri interventi strategici per il nostro territorio”.


Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007