Co.co.co all'Amam, la Cgil: "E' stata rispettata la normativa?" - Tempostretto

Co.co.co all’Amam, la Cgil: “E’ stata rispettata la normativa?”

Redazione

Co.co.co all’Amam, la Cgil: “E’ stata rispettata la normativa?”

martedì 16 Aprile 2019 - 12:32
Co.co.co all’Amam, la Cgil: “E’ stata rispettata la normativa?”

Il sindacato evidenzia come la formula del co.co.co sia discriminatoria ed insufficiente

Sono trascorsi quasi 4 mesi ma ancora di notizie certe in merito a 9 co.co.co all’Amam non se ne hanno. A rilevare una serie di criticità è Pino Foti – Segretario Generale Filctem Cgil che ricorda come la formula co.co.co. sia “insufficiente, inidonea, e discriminativa, ma l’avviso confermi comunque quanto il problema della mancanza di specifiche figure professionali sia urgente, e come la strategia bivalente di ricorrere a questi reclutamenti, e di non utilizzare le professionalità esistenti all’interno dell’ente, restino comunque inutili palliativi”.

L’avviso in questione riguardava i quattro profili di Legale, Ingegnere, Geometra edAmministrativo. Figure alle quali il vigente “Regolamento per il conferimento di incarichi a soggetti esterni ad Amam Spa” prevede che si può far ricorso solo quando, per esigenze straordinarie, non sia possibile farvi fronte con il personale in servizio.

Il ricorso a questi incarichi è di competenza del Direttore Generale, ma la legittimità del loro conferimento è riconosciuta per esigenza da qualificarsi eccezionale, imprevedibile e straordinaria, tale da non poter essere soddisfatta con mezzi e competenze professionali proprie dell’Ente.

un’ oggettiva verifica sulle competenze professionali esistenti all’interno dell’Amam non è mai stata effettuata- prosegue il sindacalista- Così come non è mai stato nemmeno disposto preventivamente, sulle materie di questi stessi incarichi, un avviso di interesse interno”.

La Cgil prosegue poi ricordando quanto prevede la normativa in merito alla formazione della Commissione esaminatrice ed alla necessaria terzietà che dovrebbe essere garantita. Secondo Foti è il Dipartimento funzione pubblica che deve procedere alla nomina della Commissione, previo avviso pubblico.

La legittimità dell’avviso Selezione n. 3/2018 del 31.12.2018 discende dalla preventiva verifica sulle competenze professionali esistenti all’interno dell’ente. E la commissione interna, oltre a dover essere individuata con metodi trasparenti, deve essere composta da elementi in possesso di titoli almeno corrispondenti a quelli richiesti ai candidati. Al fine quindi di scongiurare un logico contenzioso che determinerebbe un ingiustificabile ed inutile aggravio di costi per l’ente, Vi invitiamo a verificare se sono stati rispettati i requisiti su esposti

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007