Sequestri e multe agli ambulanti di Contesse, scoppia la protesta al Comune. FOTO - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Sequestri e multe agli ambulanti di Contesse, scoppia la protesta al Comune. FOTO

Francesca Stornante

Sequestri e multe agli ambulanti di Contesse, scoppia la protesta al Comune. FOTO

martedì 19 Maggio 2015 - 11:22
Sequestri e multe agli ambulanti di Contesse, scoppia la protesta al Comune. FOTO

Dura operazione di repressione dell'ambulantato selvaggio tra Contesse e Minissale. I carabinieri della Compagnia Messina sud hanno sequestrato merci e banconi agli ambulanti irregolari che si sono spostati in protesta al Comune. LA FOTOGALLERY di SERENA CAPPARELLI

Nuovo blitz contro l'ambulantato selvaggio, nuova protesta a Palazzo Zanca dei venditori che questa mattina si sono visti sequestrare merce e banconi.

I carabinieri della Compagnia Messina Sud, di concerto con la sezione Annona della Polizia Municipale, sono intervenuti stamattina a Contesse e Minissale con una dura operazione di repressione dell'ambulantato selvaggio. Sono scattati i sequestri della merce e i verbali, inevitabile la reazione dei commercianti quasi tutti senza regolare licenza, gli stessi che pochi mesi fa avevano risposto alla stretta delle Forze dell'ordine riversando merce e banconi sulla strada e bloccando per diverse ore il traffico nella zona sud. Oggi avevano tentato la stessa protesta ma l'intervento massiccio dei carabinieri ha impedito che la situazione degenerasse.

Non si è placata però la rabbia degli ambulanti che si sono spostati in massa a Palazzo Zanca per chiedere conto e ragione direttamente al Sindaco Accorinti. Non sono mancati i momenti di tensione, alla fine sono stati ricevuti dal Sindaco e dall'assessore Patrizia Panarello. Il problema è lo stesso di alcuni mesi fa, quando tra Contesse e Palazzo Zanca era andato in scena lo stesso copione. Dopo alcuni confronti, anche molto accesi, tra commercianti e amministrazione era iniziato un percorso per regolarizzare le varie posizioni, ad oggi però il problema non è ancora stato risolto. L'amministrazione naturalmente vuole continuare a calcare la strada della legalità e non ha intenzione di tollerare situazioni di abusivismo, per questo è stato fissato già un nuovo incontro con gli ambulanti per domattina alle 10.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

40 commenti

  1. Repressione durissima verso chi vuole fare i suoi porci comodi, senza pagare le tasse, godendo, con il pingue conto in banca, di tutti i privilegi che la legge attribuisce ai poveri.
    George

    0
    0
  2. Repressione durissima verso chi vuole fare i suoi porci comodi, senza pagare le tasse, godendo, con il pingue conto in banca, di tutti i privilegi che la legge attribuisce ai poveri.
    George

    0
    0
  3. Siamo alla frutta (per restare in tema). Chi non ha permessi e licenze per la vendita SI PERMETTE di andare al Comune a chiedere conto e ragione al Sindaco!!! Ma che è la città dei buffoni??? Ma siamo impazziti? Chi commette i reati, alla faccia di chi paga le tasse, pretende che il Sindaco dia il benestare all’abusivismo? Ma perchè non iniziano a fargli dare una calmata a suon di denunce e sanzioni per com’è per legge?
    Messina è la terra di nessuno e se non s’inizia incessantemente ad imporre la legalità sarà sempre peggio.
    Cose da impazzire!!!
    I negozianti, verosimilmente pagatori di tasse, perchè non denunciano gli abusivi?
    Che schifo!!!
    Onore all’Arma ed al rispetto della legalità!!!

    0
    0
  4. Siamo alla frutta (per restare in tema). Chi non ha permessi e licenze per la vendita SI PERMETTE di andare al Comune a chiedere conto e ragione al Sindaco!!! Ma che è la città dei buffoni??? Ma siamo impazziti? Chi commette i reati, alla faccia di chi paga le tasse, pretende che il Sindaco dia il benestare all’abusivismo? Ma perchè non iniziano a fargli dare una calmata a suon di denunce e sanzioni per com’è per legge?
    Messina è la terra di nessuno e se non s’inizia incessantemente ad imporre la legalità sarà sempre peggio.
    Cose da impazzire!!!
    I negozianti, verosimilmente pagatori di tasse, perchè non denunciano gli abusivi?
    Che schifo!!!
    Onore all’Arma ed al rispetto della legalità!!!

    0
    0
  5. C’è poco da aggiungere ai commenti condivisibili di MASSIMO e GEORGE, sono concittadini educati all’abusivismo dalla classe politica messinese, sempre pronta a giustificarli per un pugno di voti. L’aspetto sanitario dell’abusivismo dei generi alimentari, soprattutto del pesce, è sottovalutato, invito i messinesi a non comprarlo su strada, se proprio volete essere certi della sua freschezza pescatevelo.

    0
    0
  6. C’è poco da aggiungere ai commenti condivisibili di MASSIMO e GEORGE, sono concittadini educati all’abusivismo dalla classe politica messinese, sempre pronta a giustificarli per un pugno di voti. L’aspetto sanitario dell’abusivismo dei generi alimentari, soprattutto del pesce, è sottovalutato, invito i messinesi a non comprarlo su strada, se proprio volete essere certi della sua freschezza pescatevelo.

    0
    0
  7. sono elettori, vanno trattati bene. Se non fosse così Messina non esisterebbe e invece purtroppo eccola qua

    0
    0
  8. sono elettori, vanno trattati bene. Se non fosse così Messina non esisterebbe e invece purtroppo eccola qua

    0
    0
  9. Il messinese medio o anche non medio è così abituato alla illegalità e a non essere punito che queste contravvenzioni giustamente effettuate sono viste come un sopruso. E questo vale anche per le multe agli automobilisti, all’isola pedonale, alla munnizza nelle strade. GRANDI MESSINESI!

    0
    0
  10. Il messinese medio o anche non medio è così abituato alla illegalità e a non essere punito che queste contravvenzioni giustamente effettuate sono viste come un sopruso. E questo vale anche per le multe agli automobilisti, all’isola pedonale, alla munnizza nelle strade. GRANDI MESSINESI!

    0
    0
  11. Bravo sindaco

    0
    0
  12. Bravo sindaco

    0
    0
  13. ALLE ISTITTUZIONE PRE POSTE:
    MA. LA LEGGE E O NO UGUALE PER TUTTI, ALLORA COME FANNO QUESTI SIGNORI A MANIFESTARE, SE SI VA AVANTTI COSI ALLORA LIBBERATE TUTTI GLI ERGASTOLANI E I CARCERATI, DOMANI VERRANNO A MANIFESTARE MOGLI E FILI….
    CHE, BELLA CITTA, SIETE PROPRIO COMBINATI MALE, MA LE AUTORITA’ DA VVOI NON CI SONO !!!!!!!!!!!!

    0
    0
  14. ALLE ISTITTUZIONE PRE POSTE:
    MA. LA LEGGE E O NO UGUALE PER TUTTI, ALLORA COME FANNO QUESTI SIGNORI A MANIFESTARE, SE SI VA AVANTTI COSI ALLORA LIBBERATE TUTTI GLI ERGASTOLANI E I CARCERATI, DOMANI VERRANNO A MANIFESTARE MOGLI E FILI….
    CHE, BELLA CITTA, SIETE PROPRIO COMBINATI MALE, MA LE AUTORITA’ DA VVOI NON CI SONO !!!!!!!!!!!!

    0
    0
  15. Tra poco arriveremo al sindacato degli abusivi.

    Onore all’Arma ed a quei pochi vigili che lavorano seriamente.

    L’Onestá tornerá di moda.

    0
    0
  16. Tra poco arriveremo al sindacato degli abusivi.

    Onore all’Arma ed a quei pochi vigili che lavorano seriamente.

    L’Onestá tornerá di moda.

    0
    0
  17. sergio indelicato 19 Maggio 2015 13:55

    Mi chiedo , aldilà della giusta azione di repressione effettuata dalle forze dell’ordine, come mai la stessa attenzione non si è mai registrata nei confronti di coloro che sono in “regola” verificando , per esempio la taratura delle bilance e il relativo peso dei vari soggetti all’interno dei mercati.
    E poi, tutta questa merce da dove arriva? perchè è evidente che senza alcuna licenza si presuppone che non abbiano p.iva( questa sconosciuta) e (meno che mai) il registratore di cassa quindi chi c’è a monte ?

    0
    0
  18. sergio indelicato 19 Maggio 2015 13:55

    Mi chiedo , aldilà della giusta azione di repressione effettuata dalle forze dell’ordine, come mai la stessa attenzione non si è mai registrata nei confronti di coloro che sono in “regola” verificando , per esempio la taratura delle bilance e il relativo peso dei vari soggetti all’interno dei mercati.
    E poi, tutta questa merce da dove arriva? perchè è evidente che senza alcuna licenza si presuppone che non abbiano p.iva( questa sconosciuta) e (meno che mai) il registratore di cassa quindi chi c’è a monte ?

    0
    0
  19. UN sindaco che riceve dei “fuori legge” è un sindaco senza spina dorsale.C’è poco da sperare da una città trasformata in cloaca è piena di evasori.

    0
    0
  20. UN sindaco che riceve dei “fuori legge” è un sindaco senza spina dorsale.C’è poco da sperare da una città trasformata in cloaca è piena di evasori.

    0
    0
  21. Vanno mazziati anche gli automobilisti

    0
    0
  22. Vanno mazziati anche gli automobilisti

    0
    0
  23. E’ lo stesso sindaco che li ha multati e sequestrati. Sei in grossa malafade e buddace pure

    0
    0
  24. E’ lo stesso sindaco che li ha multati e sequestrati. Sei in grossa malafade e buddace pure

    0
    0
  25. ma a lei chi dice che non viene prestata attenzione?

    0
    0
  26. ma a lei chi dice che non viene prestata attenzione?

    0
    0
  27. se si vuole combattere l’illegalità, va fatto senza se e senza ma.

    trovo sbagliato ricevere queste persone. non hanno alcuna ragione dalla loro parte, non subiscono alcun sopruso.
    semplicemente gli si continua a chiedere (da mesi) di mettersi in regola. senza successo.

    non si dica poi che la cosa è complessa, perché non è vero. solo che ogni regolarizzazione comporta una serie di spese che queste persone non hanno alcuna intenzione di affrontare.

    0
    0
  28. se si vuole combattere l’illegalità, va fatto senza se e senza ma.

    trovo sbagliato ricevere queste persone. non hanno alcuna ragione dalla loro parte, non subiscono alcun sopruso.
    semplicemente gli si continua a chiedere (da mesi) di mettersi in regola. senza successo.

    non si dica poi che la cosa è complessa, perché non è vero. solo che ogni regolarizzazione comporta una serie di spese che queste persone non hanno alcuna intenzione di affrontare.

    0
    0
  29. Niente, perché ti vendono anche senza partita iva.

    0
    0
  30. Niente, perché ti vendono anche senza partita iva.

    0
    0
  31. QUINDI secondo il tuo grosso cervello,dopo averli multati ha fatto bene a riceverli? ma vai zappare e guadagnati a pagnotta col sudore della schiena.Buddace a me? sei senza speranza.

    0
    0
  32. QUINDI secondo il tuo grosso cervello,dopo averli multati ha fatto bene a riceverli? ma vai zappare e guadagnati a pagnotta col sudore della schiena.Buddace a me? sei senza speranza.

    0
    0
  33. Sarò controtendenza ma, il Sindaco, ha fatto bene a riceverli, è il Primo Cittadino ed è giusto che “moralmente” lo faccia.
    Sarebbe GRAVISSIMO e diverso se agisse in favore degli abusivi ma non penso sia tanto stolto da farlo, sarebbe come fare un’istigazione al reato.
    E’ ovvio che queste azioni di repressione devono essere COSTANTI ed INTRANSIGENTI sia nei confronti degli abusivi che nei confronti di TUTTI i trasgressori delle leggi (abusivi, automobilisti, accattoni ed anche per chi getta una carta a terra!)
    PAGHIAMO per una città pulita e civile? PRETENDO il costante e continuo controllo da parte delle autorità competenti e sanzioni esemplari.
    I trasgressori capire se comanda la legge oppure loro con l’illegalità e la superbia.

    0
    0
  34. Sarò controtendenza ma, il Sindaco, ha fatto bene a riceverli, è il Primo Cittadino ed è giusto che “moralmente” lo faccia.
    Sarebbe GRAVISSIMO e diverso se agisse in favore degli abusivi ma non penso sia tanto stolto da farlo, sarebbe come fare un’istigazione al reato.
    E’ ovvio che queste azioni di repressione devono essere COSTANTI ed INTRANSIGENTI sia nei confronti degli abusivi che nei confronti di TUTTI i trasgressori delle leggi (abusivi, automobilisti, accattoni ed anche per chi getta una carta a terra!)
    PAGHIAMO per una città pulita e civile? PRETENDO il costante e continuo controllo da parte delle autorità competenti e sanzioni esemplari.
    I trasgressori capire se comanda la legge oppure loro con l’illegalità e la superbia.

    0
    0
  35. Che decida di riceverli o meno non ha importanza alcuna.
    Questione di punti di vista.
    È una scelta del tutto discrezionale.
    Se ha pensato potesse avere un qualche effetto positivo parlare con loro allora bene ha fatto a farlo.
    L’importante è che non vengano fatte concessioni all’illegalità e che non vengano aperti margini di trattativa.
    È questo il punto sul quale non si può transigere.

    Salvatore

    0
    0
  36. Che decida di riceverli o meno non ha importanza alcuna.
    Questione di punti di vista.
    È una scelta del tutto discrezionale.
    Se ha pensato potesse avere un qualche effetto positivo parlare con loro allora bene ha fatto a farlo.
    L’importante è che non vengano fatte concessioni all’illegalità e che non vengano aperti margini di trattativa.
    È questo il punto sul quale non si può transigere.

    Salvatore

    0
    0
  37. Il buddace bastaso che a Messina pretende di fare i suoi comodi, quando va a lavorare a Torino o Bergamo, sta con tre piedi in una scarpa e riga dritto….deve esserci un motivo.

    0
    0
  38. Il buddace bastaso che a Messina pretende di fare i suoi comodi, quando va a lavorare a Torino o Bergamo, sta con tre piedi in una scarpa e riga dritto….deve esserci un motivo.

    0
    0
  39. E’ bene segnalare agli scandalizzati cittadini, senza voler giustificare assolutamente gli ambulanti abusivi di Messina, che vanno regolarizzati.., in tutte le città, anche piccole esiste questo tipo di attività…spesso tollerata…Roma, Milano, Napoli, Bari… Palermo e Catania..a confronto Messina ha solo pochi abusivi..che si possono regolarizzare. Chi sceglie di continuare a non rispettare le regole può essere perseguito..Più che polemiche occorrono fatti….il Comune offra la possibilità di regolarizzare il lavoro….se questa azione rimane isolata….chi ha bisogno portare il pane a casa dovrà continuare a farlo…. abusivamente..In fondo a ben vedere, è povera gente che con il sole o con la pioggia si alza presto la mattina.

    0
    0
  40. E’ bene segnalare agli scandalizzati cittadini, senza voler giustificare assolutamente gli ambulanti abusivi di Messina, che vanno regolarizzati.., in tutte le città, anche piccole esiste questo tipo di attività…spesso tollerata…Roma, Milano, Napoli, Bari… Palermo e Catania..a confronto Messina ha solo pochi abusivi..che si possono regolarizzare. Chi sceglie di continuare a non rispettare le regole può essere perseguito..Più che polemiche occorrono fatti….il Comune offra la possibilità di regolarizzare il lavoro….se questa azione rimane isolata….chi ha bisogno portare il pane a casa dovrà continuare a farlo…. abusivamente..In fondo a ben vedere, è povera gente che con il sole o con la pioggia si alza presto la mattina.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007