Operazione Matassa, al via le udienze di Riesame - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Operazione Matassa, al via le udienze di Riesame

Alessandra Serio

Operazione Matassa, al via le udienze di Riesame

lunedì 23 Maggio 2016 - 14:37
Operazione Matassa, al via le udienze di Riesame

Cominciato stamane l'esame del provvedimento cautelare che ha portato ai 35 arresti per la compravendita di voti e la mafia in zona centro sud cittadino. Al vaglio anche la posizione del consigliere Paolo David: la Procura ha depositato ulteriori atti.

Primo vaglio collegiale per l'inchiesta "Matassa". Oggi sono cominciate le udienze davanti al Tibunale della Libertà che dovrà riesaminare il provvedimento firmato dal GUP Maria Teresa Arena, sotto il profilo delle esigenze cautelari. Il Collegio, presieduto da Antonino Genovese, ha cominciato oggi a sentire la Procura e i difensori delle persone andate in carcere, occupandosi di sette di loro. Si va avanti nei prossimi giorni. La Dda ha chiesto ovviamente la conferma di tutti gli arresti, mentre i difensori si battono per la revoca o l'applicazione dei domiciliari o comunque una misura meno afflittiva. Stamane è toccato anche all'arrestato "eccellente", il consigliere comunale Paolo David.

L'avvocato Nino Favazzo, che lo difende insieme all'avvocato Emilio Fragale, ha battuto proprio sulla carenza delle esigenze cautelari: non ci sono ragioni perché David debba restare in carcere, secondo il legale. La Procura dal canto suo ha ribadito che il consigliere deve rimanere dietro le sbarre a Gazzi, ed ha depositato due nuovi verbali.

Si tratta delle dichiarazioni rilasciate da due noti commercianti cittadini, ai quali la Squadra Mobile ha chiesto se avessero mai ricevuto segnalazioni per assunzioni da parte del consigliere e se avessero apportato a lui voti o altro tipo di sostegno elettorale. I due verbali di sommarie informazioni testimoniali sono stati rilasciati più recentemente, rispetto ai periodi presi in esame dall'inchiesta vera e propria.

Alessandra Serio

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

6 commenti

  1. LI VOGLIAMO TUTTI IN GALERA CHE SIA ESEMPIO X TUTTI

    0
    0
  2. LI VOGLIAMO TUTTI IN GALERA CHE SIA ESEMPIO X TUTTI

    0
    0
  3. Perfettamente d’accordo, tutti in galera e sia un esempio per tutti ma…. Prima vogliamo farlo un processo o li mettiamo in galera senza? Tu che dici? Io sono per la linea durissima, non dura, ma vorrei che tutti fossero messi in galera dopo i regolari tre gradi di processo. Se invece vogliamo metterli in galera senza processo, va benissimo, ma prima, forse, dovremmo cambiare il nostro codice.

    0
    0
  4. Perfettamente d’accordo, tutti in galera e sia un esempio per tutti ma…. Prima vogliamo farlo un processo o li mettiamo in galera senza? Tu che dici? Io sono per la linea durissima, non dura, ma vorrei che tutti fossero messi in galera dopo i regolari tre gradi di processo. Se invece vogliamo metterli in galera senza processo, va benissimo, ma prima, forse, dovremmo cambiare il nostro codice.

    0
    0
  5. Perfettamente d’accordo, tutti in galera e sia un esempio per tutti ma…. Prima vogliamo farlo un processo o li mettiamo in galera senza? Tu che dici? Io sono per la linea durissima, non dura, ma vorrei che tutti fossero messi in galera dopo i regolari tre gradi di processo. Se invece vogliamo metterli in galera senza processo, va benissimo, ma prima, forse, dovremmo cambiare il nostro codice.

    0
    0
  6. Perfettamente d’accordo, tutti in galera e sia un esempio per tutti ma…. Prima vogliamo farlo un processo o li mettiamo in galera senza? Tu che dici? Io sono per la linea durissima, non dura, ma vorrei che tutti fossero messi in galera dopo i regolari tre gradi di processo. Se invece vogliamo metterli in galera senza processo, va benissimo, ma prima, forse, dovremmo cambiare il nostro codice.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007