De Luca: Vorrei fare il sindaco, son costretto a fare il macellaio, il daziere - Tempostretto

De Luca: Vorrei fare il sindaco, son costretto a fare il macellaio, il daziere

De Luca: Vorrei fare il sindaco, son costretto a fare il macellaio, il daziere

giovedì 11 Ottobre 2018 - 05:32
De Luca: Vorrei fare il sindaco, son costretto a fare il macellaio, il daziere

Un post pieno di amarezza quello del primo cittadino a conclusione della giornata trascorsa tra i conti del Comune e gli incontri con interinali e operatori dei servizi sociali

A conclusione di una giornata trascorsa tra i guai dell’Atm, gli incontri con i dirigenti che hanno consegnato il quadro dei debiti, l’incontro con gli interinali Atm, la consegna delle case per Capacity, il sindaco ha fatto un post:

VORREI FARE IL SINDACO e non il macellaio, il daziere o il ragioniere;

invece sono costretto a fare il MACELLAIO perché devo dire no ai ragazzi dell’interinale e ridurre la spesa nel mondo dei servizi sociali con tanti posti di lavoro che saltano;

Invece sono costretto a fare il DAZIERE soprattutto per conto dello Stato per far pagare le imposte ed i tributi a quel 50% della comunità che non li paga ed una parte non ha la possibilità di farlo;

Invece sono costretto a fare il RAGIONIERE perché abbiamo ereditato il disastro economico finanziario ed in prima persona sto cercando di mettere riparo nel difficile tentativo di evitare il dissesto finanziario;

Spero che passi al più presto questa fase di sputi in faccia per conto di chi ha amministrato prima di me e che possa al più presto occuparmi di come rendere Messina bella protagonista e produttiva.

Tag:

4 commenti

  1. speriamo ti facciano fare almeno la metà delle cose che vuoi fare. Siamo (intendo le persone a me vicine che plaudono al tuo operato in questi mesi) convinti che il vero cambiamento lo stai portando tu. Ex accorintiana molto molto molto delusa.

    0
    0
  2. Forza Cateno, non mollare che sei rimasto l’ultima speranza dei messinesi onesti…

    0
    0
  3. Se si vuole fare sul serio non resta che deliberare il dissesto e chiedere allo Stato di farsi carico dei debiti e rimettendo in equilibrio le finanze comunali. Così il Sindaco potrebbe dedicarsi maggiormente alle grandi opere, a nuovi progetti ed alla caccia di finanziamenti a specifica destinazione per dare a Messina un nuovo sviluppo .

    0
    0
  4. Ti o votato x un altro programma molto deluso

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007