Coronavirus a Messina. Geraci: "Serve un elenco di chi fa consegne a domicilio" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Coronavirus a Messina. Geraci: “Serve un elenco di chi fa consegne a domicilio”

Redazione

Coronavirus a Messina. Geraci: “Serve un elenco di chi fa consegne a domicilio”

domenica 15 Marzo 2020 - 07:00
Coronavirus a Messina. Geraci: “Serve un elenco di chi fa consegne a domicilio”

#coronavirus #consegnaadomicilio #alessandrogeraci La proposta del consigliere della III Circoscrizione, che chiede all'Amministrazione e alle associazioni di categoria, un elenco da mettere a disposizione dei Messinesi per evitare quanto più possibile di farli uscire dal proprio domicilio

MESSINA. «Chi effettua le consegne a domicilio? Sapete consigliarmi un supermercato che effettua questo servizio? Sono solo alcune delle domande che in questi giorni si pongono migliaia di cittadini messinesi a fronte delle misure contenute nel decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Considerata la riduzione di orario delle attività di vendita di beni di prima necessità prevista dall’ordinanza emessa dal sindaco Cateno De Luca, con l’aiuto di qualche altro collega ho iniziato a fare un censimento sul territorio della terza municipalità, contattando gli esercenti uno ad uno. Il lavoro, tuttavia, sarebbe troppo lungo, per cui ho chiesto agli assessorati competenti di attivarsi in maniera capillare, in sinergia con le associazioni di categoria e le municipalità, per realizzare un elenco/mappa quanto più esaustivo possibile da mettere a disposizione dei Messinesi attraverso i canali istituzionali, social e di qualunque altro strumento comunicativo».

È la proposta del consigliere della III Circoscrizione, Alessandro Geraci, il cui obiettivo è quello di incentivare ancora di più i cittadini a rimanere nelle proprie abitazioni, usufruendo dei servizi di consegna a domicilio.

«Se il progetto andrà a buon fine, sono certo che sarà un servizio utile per tutta la collettività e in particolare per gli over 65 a cui il servizio andrebbe offerto gratuito, che devono tassativamente rimanere a casa », prosegue Geraci, che invita tutti i 60 consiglieri di municipalità e la politica cittadina in generale ad attivarsi dando il giusto contributo. «Il virus – conclude – non fa distinzione tra partiti politici, né tra poveri e ricchi. Moderiamo i toni evitando inutili proclami, lavorando uniti con fatti concreti che possano aiutare la popolazione messinese a superare questo difficile periodo».

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. Oreste Bramanti 15 Marzo 2020 10:57

    La proposta Geraci di far sapere quali negozi fanno consegne a domicilio mi sembra ottima. Se poi ci fosse una app con la quale fare gli acquisti e pagare sarebbe perfetto!

    3
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007