Coronavirus, ladri di solidarietà: rubata la spesa a donHaus. Vergogna.... - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Coronavirus, ladri di solidarietà: rubata la spesa a donHaus. Vergogna….

Rosaria Brancato

Coronavirus, ladri di solidarietà: rubata la spesa a donHaus. Vergogna….

lunedì 06 Aprile 2020 - 12:22
Coronavirus, ladri di solidarietà: rubata la spesa a donHaus. Vergogna….

Nella notte qualcuno ha rubato le buste della spesa solidale per le famiglie più bisognose. Un gesto indegno ma anche un segnale d'allarme

Quello che è accaduto fa paura. E non soltanto perché i ladri hanno rubato ai più bisognosi, ma perché è il segnale d’allarme che bisogna scongiurare il peggio. A rischio c’è la tenuta sociale.

Il furto a donHaus

La prima parola è paura, la seconda è vergogna. La terza è CORAGGIO. Non bisogna arrendersi. Il post di Cristina Puglisi Rossitto alle prime ore del mattino, quando si è recata a donHaus per iniziare la giornata lascia sgomenti. “Questa notte hanno derubato donHaus portando via la spesa. Ora ci sono i carabinieri. Famiglie, state tranquille, non ci fermeremo. Dateci qualche ora per riorganizzarci”

Rubata la spesa solidale

Qualcuno nella notte si è introdotto, dopo aver forzato la saracinesca, nella stanza destinata alla RACCOLTA SOLIDALE di beni di prima necessità per le nostre famiglie fragili e ha RUBATO LA SPESA. Non ci sono parole per descrivere un gesto di una viltà assoluta. Hanno rubato le buste con la pasta, la salsa, i formaggini per i bambini, il tonno, i biscotti il latte. Hanno rubato la solidarietà. I volontari di donHaus hanno subito denunciato l’accaduto ai carabinieri e sul posto è giunta anche l’assessore Calafiore. Il cuore di messinesi, sia pure sgomento, non si è fermato. Così in poche ore quel che è stato rubato altri hanno nuovamente donato. Le buste si stanno consegnando, l’amore non si ferma.

Ogni giorno spesa per 50 famiglie

I volontari di donHaus ogni giorno consegnano buste per la spesa a 45-50 famiglie più bisognose. Ed anche oggi, nonostante la difficoltà e lo sgomento, proveranno a dare quel sollievo che hanno dato finora. Gli investigatori faranno chiarezza, ma quel che è certo è che questo furto è un bruttissimo campanello d’allarme di una situazione che rischia di diventare drammatica. Non si ruba in generale, ma rubare ai poveri, rubare la solidarietà è la cosa più vergognosa che si possa fare.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

4 commenti

  1. Neppure voi scherzate:non date neppure il tempo di commentare una notizia!!!!!
    Avevo scritto che questa è divenuta la città che merita di sprofondare di più nel FANGO.Città caratterizzata dal MALAFFARE,NEGAZIONE DEI DOVERI (ma pretesa dei diritti!) Altro che VERMINAIO……è CLOACA NAZIONALE:

    2
    0
  2. Giuseppe Mastrojeni 6 Aprile 2020 13:03

    Facile a dirsi lo so…
    Ma se fosse possibile, si dovrebbe custodire il tutto in una struttura “militare”

    0
    0
  3. pretendo una punizione esemplare

    1
    0
  4. Prima le mascherine, ora la spesa. E le speculazioni in tutta Italia. E il sistema sanitario, il divario tra nord e sud, (ma anche a nord non scherzano in quanto a rispetto delle norme), le truffe sulle mascherine, il rialzo dei prezzi, eccetera eccetera…
    Consiglio vivamente la lettura del Discorso sullo stato presente dei costumi degli italiani, di Giacomo Leopardi. Scritto duecento anni fa e incredibilmente attuale.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007