Coronavirus. Sospeso il mercato di Milazzo, Midili scrive al prefetto

Coronavirus. Sospeso il mercato di Milazzo, Midili scrive al prefetto

Salvatore Di Trapani

Coronavirus. Sospeso il mercato di Milazzo, Midili scrive al prefetto

martedì 12 Gennaio 2021 - 16:03
Coronavirus. Sospeso il mercato di Milazzo, Midili scrive al prefetto

Ulteriore stretta, nel comune di Milazzo, nelle misure di contrasto alla diffusione del coronavirus. Il sindaco sospende il mercato settimanale.

Nuove restrizioni, a Milazzo, per far fronte all’emergenza coronavirus. Il sindaco, Pippo Midili, ha emanato un’ordinanza con la quale dispone la sospensione del mercato settimanale di Ponente che si sarebbe dovuto svolgere giovedì 14 gennaio.

Si tratta di una misura scaturita dall’impossibilità di effettuare i necessari controlli, a causa della carenza di personale. I vigili urbani di Milazzo, infatti, sono attualmente impegnati nel far rispettare l’ordinanza che dispone il divieto di assembramenti presso il centro e le principali piazze.

«Comprendo -ha dichiarato Midili- che si tratta di una decisione che penalizza gli ambulanti che ogni settimana allestiscono le loro bancarelle nella nostra città per svolgere il loro lavoro. Siamo consapevoli delle difficoltà degli operatori, ma mai come ora è necessario stringere i denti e fare qualsiasi sacrificio per evitare il diffondersi del coronavirus. La priorità però resta la salute di tutti».

Midili chiede una linea d’azione comune

Il sindaco ha poi aggiunto di aver scritto al prefetto di Messina, così da richiedere una riunione urgente del Comitato dell’Ordine e della sicurezza pubblica.

«L’obiettivo –spiega Midili– è quello di poter definire un piano generale di interventi articolati da parte di tutte le Forze di Polizia, volto a impedire assembramenti ed attività che incentivano una mobilità non legata alle esigenze essenziali. Sono cosciente degli organici ridotti delle forze dell’ordine –prosegue– ma allo stesso tempo sono allarmato per le preoccupazioni dei cittadini. Per questo ritengo fondamentale una rinnovata sinergia istituzionale».

Intanto per mercoledì 13 gennaio è stato predisposto dal sindaco, d’intesa col coordinatore della centrale operativa dell’Usca, Gianfranco Nastasi, il tampone rapido per tutti i dipendenti comunali che attualmente non si trovano in smart working. Una misura necessaria per garantire l’erogazione dei servizi comunali in piena sicurezza.

Articoli correlati

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x