Covid e posti letto, l'assessore Razza: "Il ministero mandi i Nas. I nostri dati sono veri" - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Covid e posti letto, l’assessore Razza: “Il ministero mandi i Nas. I nostri dati sono veri”

Rosaria Brancato

Covid e posti letto, l’assessore Razza: “Il ministero mandi i Nas. I nostri dati sono veri”

sabato 21 Novembre 2020 - 16:49
Covid e posti letto, l’assessore Razza: “Il ministero mandi i Nas. I nostri dati sono veri”

"I siciliani hanno diritto di sapere la verità e noi abbiamo operato con onore. Per questo ho chiesto l'invio degli ispettori"

I cittadini devono sapere la verità ed hanno diritto di saperla. Per questo oggi ho sentito il Ministero della sanità ed ho chiesto al Ministro Speranza di certificare che i dati regionali sono veri e che quelli caricati corrispondono alla reale situazione. Se è il caso, nell’ambito del principio della leale collaborazione, assieme ai Nas si faccia un immediato controllo di tutto quello che è stato caricato sulle nostre piattaforme. Dati che, ribadisco sono certificati dal Ministero e dall’Agenas”.

Le polemiche sui posti letto

L’assessore regionale alla sanità Ruggero Razza in conferenza stampa replica alle polemiche sui dati relativi ai posti letto ed alle polemiche che in questi giorni hanno tenuto banco. Stamane in particolare il quotidiano La Sicilia ha pubblicato un audio del direttore generale del Dipartimento regionale, che poteva prestarsi a più interpretazioni. Il 5 novembre La Rocca invitava i Dg delle Asp a caricare i dati sulla piattaforma perché si stava decidendo in quale zona sarebbe finita la Sicilia.

“I nostri dati reali”

Si è creata una polemica surreale – ha aggiunto Razza – Non si mette in dubbio che ciò che è stato caricato effettivamente corrisponde a ciò che è disponibile, ma si utilizza un non detto per valutare come se ci fosse la volontà di realizzare un dato diverso. Ad oggi non c’è stato un solo siciliano che ha avuto bisogno di essere trasportato in un’altra regione per essere curato. Se il direttore generale del mio assessorato, in modo forte, ha chiamato tutti alle proprie responsabilità, ha fatto il suo dovere. Mi è sufficiente che la Società italiana anestesia e rianimazione abbia detto che siamo noi dalla parte della realtà, a loro si aggiungeranno i Nas. I siciliani alla fine dell’emergenza giudicheranno. Ho la consapevolezza che noi abbiamo fatto con onore tutto quello che dovevamo fare”.

Il ministero sta inviando gli ispettori così come richiesto dall’assessore Razza, ma la polemica è destinata a continuare.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x