Covid in Sicilia. I dati peggiorano per la terza settimana consecutiva - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Covid in Sicilia. I dati peggiorano per la terza settimana consecutiva

Marco Ipsale

Covid in Sicilia. I dati peggiorano per la terza settimana consecutiva

lunedì 18 Gennaio 2021 - 09:54
Covid in Sicilia. I dati peggiorano per la terza settimana consecutiva

Ma ci sono segnali di speranza: aumentano i guariti, non i ricoverati in rianimazione

11.508 nuovi contagi in Sicilia nella settimana dal 4 al 10 gennaio, 12.674 in quella dall’11 al 17 gennaio. Aumentano per la terza settimana consecutiva i contagi da coronavirus in Sicilia, anche se non al ritmo delle precedenti. Nella settimana dal 21 al 27 dicembre erano stati 5.087, in quella dal 28 dicembre al 3 gennaio 6.931, in quella dal 4 al 10 gennaio 11.508.

La percentuale di positivi rispetto ai tamponi

Il picco massimo della percentuale di positivi rispetto ai tamponi, il 19.84 %, quindi alle soglie del 20 %, è stato toccato lo scorso 10 gennaio. Il precedente, il 19.58 %, risaliva al 21 novembre. Nei giorni seguenti la percentuale si è abbassata ma non di molto: 18.2 % l’11 gennaio, 17.8 % il 12 gennaio, 18.7 % il 13 gennaio, 17.4 % il 14 gennaio, 18.5 % il 15 gennaio, 18.9 % il 16 gennaio, il 15.8 % il 17 gennaio.  La media settimanale è del 17.9 %, abbassata nell’ultimo giorno, con la speranza che sia l’inizio di una tendenza verso giù.

Il picco minimo lo scorso 26 dicembre, 8.3%

Solo lo scorso 26 dicembre, appena tre settimane fa, era stato toccato il picco minimo, l’8.3%, addirittura più basso rispetto alla media nazionale, che nell’ultima settimana si è attestata intorno al 9 %. Quella siciliana è dunque superiore del 7-9 %.

I dati provinciali

Il dato peggiora per la terza settimana consecutiva in 7 province su 9. Solo Ragusa, da 373 a 263, e Agrigento, da 420 a 386, sono in calo.

Nelle ultime tre settimane, Catania passa da 1548 a 1740 a 2953 a 3423 nuovi casi, Palermo da 1038 a 1702 a 2875 a 3278, Messina da 1050 a 1356 a 1932 a 2185, Trapani da 266 a 464 a 1059 a 1076, Siracusa da 371 a 530 a 1042 a 1190, Caltanissetta da 263 a 435 a 620 a 633, Enna da 181 a 214 a 234 a 240. Catania, Palermo e Messina contano il 70 % dei casi settimanali.

Da inizio pandemia si sono registrati 120.729 casi, di cui 34.823 a Catania, 32.503 a Palermo, 15.420 a Messina, 8.358 a Trapani, 7.989 a Siracusa, 7.633 a Ragusa, 5.359 a Caltanissetta, 4.788 ad Agrigento, 3.856 a Enna. Catania e Palermo contano il 55.8 dei casi totale (e hanno il 47 % della popolazione regionale), percentuale che sale al 68.5 se si aggiunge Messina (le tre province hanno il 60 % della popolazione regionale).

I dati favorevoli: aumentano i guariti, invariato il numero di ricoverati gravi

Ci sono, per fortuna, anche due dati favorevoli: quello dei guariti, che passa da 5.359 a 7.494, ora in totale 71.315; e quello dei ricoverati in rianimazione, che resta invariato, 208, mentre la settimana precedente era aumentato di 24 (picco massimo il 26 novembre a 253).

Gli attuali positivi

Diminuisce anche l’aumento di nuovi positivi ma resta a livelli alti: la scorsa settimana erano stati 5.915 in più, in quella appena trascorsa sono 4.919 in più, ma due settimane fa l’aumento era stato di 2.424 e tre settimane fa c’era stato un calo di 716. Gli attuali positivi sono 46.425.

In aumento i ricoveri…

Anche i ricoveri aumentano per la terza settimana consecutiva: da -49 a +110 a +128 a +157. Ora sono 1.422 (picco massimo il 23 novembre a 1.604).

A Messina, il picco massimo era stato superato già la scorsa settimana, con 152 ricoveri. Ora sono 17 in più, 169, su una disponibilità di 212 posti letto.

Sabato il picco massimo anche in rianimazione, 34, per fortuna in calo di tre unità, fino a 31, la domenica.

… e le vittime

In aumento per la terza settimana consecutiva anche le vittime, da 143 a 196 a 234 a 261, la media passa da 20 a 28 a 33 a 37 al giorno. Ben 36, mai così tante, su 261 sono a Messina. Nella settimana precedente erano state 21 su 234, in quella prima ancora 15 su 196, in quella prima ancora 12 su 143.

Il totale regionale delle vittime, da inizio pandemia, è di 2.989, di cui 253 in provincia di Messina, 59 durante la prima ondata e 194 durante la seconda.

(Marco Ipsale)

Articoli correlati

Tag:

Un commento

  1. scusate ma com’è che nel titolo c’à scritto peggiorano per la terza settimana ma poi dite che non è cosi?mah…

    1
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007

x