Cresce la flotta di Atm: a Messina arrivano altri 17 bus - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Cresce la flotta di Atm: a Messina arrivano altri 17 bus

Francesca Stornante

Cresce la flotta di Atm: a Messina arrivano altri 17 bus

martedì 22 Settembre 2020 - 08:45
Cresce la flotta di Atm: a Messina arrivano altri 17 bus

Si tratta di bus euro 5 usati comprati in Germania. Atm ha speso 1,5 milioni. Adesso l'azienda può contare su 89 mezzi

L’Atm spa di Messina ha fatto acquisti. L’azienda trasporti, che da giugno ha preso il posto della vecchia azienda avviata verso la liquidazione, ha deciso di investire subito sul parco mezzi. E così cresce la flotta di Atm. Ieri i cancelli della sede di via La Farina si sono aperti per dare il benvenuto ai primi 6 mezzi comprati per incrementare i servizi. In tutto si tratta di 17 autobus di varie dimensioni, tutti di seconda mano ma euro 5, quindi comunque si tratta di un usato di ultima generazione. Entro venerdì ne arriveranno altri 4 e infine si conta di chiudere il cerchio la prossima settimana. Per questa operazione l’Atm ha messo sul piatto 1.547.000 di euro oltre iva di fondi propri.

17 bus in più

Con questa iniezione di mezzi, l’Atm ha deciso di puntare soprattutto su bus di grandi dimensioni che possano andare a supportare i programmi di questa Atm che proprio oggi inizia una nuova sfida con il piano di esercizio invernale (a questo link tutte le tabelle). Tra i nuovi arrivati ci saranno infatti 3 bus da 18 metri e 7 da 12 metri, mezzi che potranno andare a supportare le linee forti su cui l’Atm ha deciso di basare i suoi piani di mobilità, dunque Shuttle e dorsale che serve la Circonvallazione. La prossima novità sarà anche un bus bipiano, che potrà accogliere circa un centinaio di passeggeri. Saranno impiegati tutti in città, mentre uno è stato scelto per il trasporto extraurbano, cioè per la linea che via autostrada collega Ponte Gallo alla città.

Il “gioiello”

E’ stato definito il nuovo “gioiello” che arricchirà il parco Atm. Il bus, prodotto dalla casa automobilistica tedesca Man, ha fatto il suo ingresso nell’area parcheggio dell’azienda ieri mattina. Lungo 14 metri, l’autobus interurbano di Atm Spa può accogliere a bordo 65 persone ed è dotato di rifiniture da gran turismo.

Il parco mezzi

Bisognerà dunque attendere ancora qualche giorno per vedere anche gli altri 16 autobus recentemente acquistati in Germania per garantire un sistema di mobilità sempre più efficiente. Ma con questi nuovi acquisti, l’Atm spa potrà quindi mettere a disposizione dei cittadini 89 autobus. Ma non è finita qui, perché nei prossimi mesi si aggiungeranno anche altri 14 mezzi nuvoi che saranno acquistati grazie a dei finanziamenti previsti dal bando “Agenda Urbana”. A quel punto l’Atm Spa potrà contare su ben 103 autobus.

Lo scopo è di non deludere le aspettative dei cittadini, che meritano un servizio di trasporto pubblico moderno ed efficiente.

Articoli correlati

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007