Dal '36 ad oggi: dopo 84 anni chiude lo storico Bar Centrale - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Dal ’36 ad oggi: dopo 84 anni chiude lo storico Bar Centrale

Rosaria Brancato

Dal ’36 ad oggi: dopo 84 anni chiude lo storico Bar Centrale

lunedì 17 Febbraio 2020 - 15:34
Dal ’36 ad oggi: dopo 84 anni chiude lo storico Bar Centrale

Dal bisnonno Giuseppe D'Angelo fino ad Annalisa: 4 generazioni dietro al banco. Dal 23 i titoli di coda

Dal bisnonno Giuseppe, di padre in figlio, fino ad Annalisa. Dalla prima latteria della città fino a diventare storico bar, punto di ritrovo per chiacchiere e golosità.

Una “staffetta” da 84 anni

“E’ casa nostra, è il nostro orgoglio”. Poi, come in ogni film, sono arrivati anche i titoli di coda. E’ così per il Bar Centrale, che dopo 84 anni di gestione familiare, tramandata con amore e passione, vede arrivare il tempo dei saluti. Lo storico Bar D’Angelo, in via Cesare Battisti, avrà il suo ultimo giorno d’apertura domenica 23 febbraio.

Dal bisnonno Giuseppe ad Annalisa

Era stato il bisnonno di Annalisa, Giuseppe D’Angelo, ad aprire, nel lontano 1936, quella che era la prima latteria di Messina.  Da quel giorno si sono susseguite 4  generazioni, tutte unite dalla medesima tradizione, tutte dedite al lavoro, al sacrificio e all’amore per le cose buone. È stato un luogo di incontro, un punto di riferimento, “una piacevole abitudine” così la definiscono i clienti assidui. Per i gestori è stato un immenso album di ricordi, pieno di soddisfazioni. Dal bisnonno Giuseppe la gestione è passata al figlio, ovvero “nonno Pietro”, fino al ’98. Poi è stata la volta del figlio, cioè Giuseppe D’Angelo, per tutti Pino, che ogni giorno ha accolto i clienti con un sorriso e tanta passione per il suo lavoro. Accanto a lui è arrivata anche la quarta generazione, con Annalisa Di Stefano, alla cassa.

Pino D’Angelo: la nostra casa

Ed è proprio lei a raccontare come il bar D’Angelo sia un pezzo di storia che con orgoglio la famiglia ha portato avanti con tanti sacrifici ed impegno. Adesso però Pino D’Angelo va in pensione ed ha deciso di chiudere battenti, consegnando al successore le chiavi di quella che  hanno considerato sempre “La nostra casa- racconta Pino D’Angelo-  Siamo fieri del nostro operato svolto, orgogliosi di aver portato avanti la nostra attività sempre con lo stesso entusiasmo, da mio nonno che aprì nel 1936, fino a me e mia nipote Annalisa che concludiamo questa avventura”.

Dal 24 un pezzo di storia non ci sarà più. Pino D’Angelo andrà in pensione ed Annalisa finirà gli studi al Conservatorio: “La mia passione è il canto ed il prossimo anno mi laureo”. Accanto alla cassa del bar Annalisa aveva i libri per studiare ed anche se un pezzo di cuore resterà sempre in quel locale, davanti sa di avere tanta nuova strada da costruire.

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007