Ottimi risultati per gli aeroporti low cost della Sicilia - Tempostretto

Ottimi risultati per gli aeroporti low cost della Sicilia

Francesca Stornante

Ottimi risultati per gli aeroporti low cost della Sicilia

mercoledì 14 Settembre 2016 - 07:46
Ottimi risultati per gli aeroporti low cost della Sicilia

I dati pubblicati da Assaeroporti mostrano un netto aumento dei passeggeri che sono transitati per gli aeroporti di Palermo e Catania per questi primi mesi del 2016 e in particolar modo per questa estate. Nei dati illustrati dal portale di viaggi GoEuro si può vedere che i tre aeroporti siciliani sono tra gli hub nazionali maggiormente coinvolti nei voli low cost

È un ottimo 2016 per gli aeroporti siciliani. Secondo i dati pubblicati da Assaeroporti in questa tabella http://www.assaeroporti.com/statistiche/ nei primi otto mesi dell’anno gli scali dell’isola hanno fatto registrare numeri straordinari sia dal punto di vista delle presenze che del traffico aereo. Il “Falcone Borsellino” di Palermo, ad esempio, nel solo mese di luglio ha visto transitare circa 600 mila passeggeri, 43 mila in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (+7,7%). Nell’aeroporto palermitano cresce anche il numero di voli in entrata e in uscita: tra gennaio e luglio sono stati 4550, ovvero il 9,3% in più del 2015. Ottime notizie anche per quanto riguarda il traffico internazionale, che ha fatto rilevare un’impennata in termini di passeggeri (+18,9%) e di voli (+17,6%).

Nei primi cinque mesi del 2016 il “Falcone Borsellino” risulta tra i dieci scali nazionali che sono cresciuti di più (+13,2% di transiti nazionali e internazionali). Soltanto l’aeroporto di Bologna è riuscito a fare meglio: +13,4%. Numeri notevoli anche per il “Fontanarossa” di Catania, che nel periodo gennaio/luglio ha fatto registrare 4.359.833 passeggeri, ovvero un incoraggiante +8,03%  rispetto al 2015. L’unico aeroporto ad arrancare è il “Birgi” di Trapani, che tra gennaio e maggio ha perso ben il 7,8% di voli e il 3,3% di passeggeri rispetto allo scorso anno. Nello scalo trapanese sono in modo particolare i voli internazionali a far registrare una flessione a due cifre: -19%.

Gli aeroporti siciliani sono inoltre tra gli hub nazionali maggiormente coinvolti dal traffico “low cost”. A testimoniarlo sono i dati di questa pagina https://www.omio.it relativi a tutti gli aeroporti italiani con almeno un milione di passeggeri annui per voli low cost. Nella classifica realizzata dal portale di viaggi sono presenti tre scali della regione: Trapani, Palermo e Catania. In questa speciale graduatoria, che prende in considerazione la percentuale di passeggeri low cost rispetto al numero di passeggeri totali, il “Birgi” si piazza addirittura al terzo posto.

Su 1.586.028 presenze registrate nel 2015 ben 1.531.144 sono stati passeggeri di compagnie low cost (96,5%). Gli scali di Palermo e Catania si posizionano invece rispettivamente al decimo e all’undicesimo posto con il 65,1% e il 60,1%. Dei 4.895.175 passeggeri transitati al “Falcone Borsellino” ben 3.185.826 sono utenti di compagnie a basso costo. A Catania si registra un numero di passeggeri complessivo pari a 7.018.172, di cui 4.226.540 sono passeggeri low cost. In testa alla classifica di GoEuro troviamo l’aeroporto di Treviso (99,7%), seguito da Roma Ciampino (99,1%).

Il boom di presenze negli aeroporti siciliani in questa prima parte del 2016 è dovuto in buona parta anche all’incremento del traffico internazionale. In questo senso le rotte low cost hanno avuto un ruolo determinante sia a livello nazionale che nel contesto regionale siciliano. L’Italia è infatti il terzo paese europeo per numero di destinazioni low cost, subito dietro a Spagna e Francia, mentre la Sicilia, come dimostrano ampiamente i dati relativi agli aeroporti della regione, negli ultimi anni si è confermata una delle località più gettonate per i turisti stranieri provenienti da tutto il mondo.

Tag:

2 commenti

  1. Messina,Città metropolitana senza un aereoporto. sempre sottomessi da politiche regionali! sempre piu giu’ sempre piu paese!

    0
    0
  2. Messina,Città metropolitana senza un aereoporto. sempre sottomessi da politiche regionali! sempre piu giu’ sempre piu paese!

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007