De Leo: "Sull'ex Margherita il silenzio del governo regionale"

De Leo: “Sull’ex Margherita il silenzio del governo regionale”

Redazione

De Leo: “Sull’ex Margherita il silenzio del governo regionale”

Tag:

sabato 23 Marzo 2024 - 15:32

Il deputato di Sud chiama Nord ha presentato un'interpellanza: "Una struttura immersa nel degrado"

MESSINA – Oggi la segnalazione di ragazzini sul tetto che lanciavano sassi. Nei mesi scorsi parecchi incendi. In attesa, un’attesa infinita, che i progetti per l’ex ospedale “Margherita” decollino, la struttura è immersa nel degrado. Di recente, sul tema è intervenuto il deputato regionale Alessandro De Leo, di Sud chiama nord, che ora afferma: “C’è un silenzio inaccettabile intorno all’ex ospedale Regina Margherita. Ancora, ad oggi, il governo regionale non ha dato nessuna risposta alla mia interpellanza, presentata il 20 febbraio, in merito ai finanziamenti e all’iter dei progetti di riqualificazione del compendio immobiliare. Lo stato di abbandono in cui versa da oltre vent’anni l’ex ospedale rappresenta un autentico scempio di un’area preziosa e immersa nel tessuto urbano della città di Messina”.

De Leo ed ex ospedale Margherita

Per tale motivo ho chiesto di sapere quali siano gli intendimenti del Governo circa l’attuazione delle previsioni dell’art. 2 della legge regionale n. 24 del 2015 circa la salvaguardia, la tutela e il recupero dell’immobile sede dell’ex ospedale Regina Margherita di Messina, quale lo stato degli iter progettuali e le concrete previsioni di finanziamento.

Continua De Leo: “Ho inoltre chiesto come il governo intenda procedere nell’immediato a sottrarre l’area al degrado e scongiurare i pericoli derivanti dalla presenza di rifiuti e folta vegetazione, che hanno dato luogo a diversi episodi di incendio. Attendiamo una risposta al più presto così da poter fare chiarezza e sapere il futuro che spetta a questa struttura. La nostra attenzione è massima”.

Da anni il nostro giornale ha a cuore le sorti dell’ex “Margherita” e di recente ha rilanciato il tema. In particolare, diventa importante che la Regione siciliana non perda altro tempo e che finalmente si realizzi il progetto della Cittadella della cultura. Non bisogna arrendersi a questa paralisi

Articoli correlati

2 commenti

  1. i DESTRORSI MESSINESI QUELLI CHE DA ANNI SGOVERNANO MESSINA, PARLANO SOLO DI PONTE …..BUDDACILANDIA …

    0
    0
  2. In Consulendo Liber 25 Marzo 2024 10:35

    Mi chiedo quanto l’on. DE LEO conosca sul progetto culturale finalizzato a portare al Pad 10 la Biblioteca Regionale “Giacomo Longo” (sita in Via dei Verdi a Messina) e l’Emeroteca (ovvero l’Ufficio Periodici), quest’ultimo attualmente in affitto (oneroso) presso un privato in quel di Sant’ Agata. Certamente, auspico che lo stesso non potrà che condividere l’importanza di adoperarsi per far finalmente sorgere il tanto auspicato POLO CULTURALE (BIBLIO-MUSEALE), sul Viale della Libertà, comodamente raggiungibile con un comodo Tram, oppure avvalendosi degli Autobus, oppure, utilizzando l’ampio e comodo parcheggio Auto di Viale Annunziata (avvalendosi dell’ App Easy Park , oppure My Atm, oppure My Cicero). Resto in attesa, con fiducia.

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile

Privacy Policy

Termini e Condizioni

info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007