Il lavoro sessuale è lavoro. I Verdi invitano Accorinti e Panarello alla conferenza di Roma - Tempostretto

Il lavoro sessuale è lavoro. I Verdi invitano Accorinti e Panarello alla conferenza di Roma

Il lavoro sessuale è lavoro. I Verdi invitano Accorinti e Panarello alla conferenza di Roma

mercoledì 29 Aprile 2015 - 16:07
Il lavoro sessuale è lavoro. I Verdi invitano Accorinti e Panarello alla conferenza di Roma

I coordinatori cittadino e provinciale dei Verdi di Messina, Raffaele Scirocco e Raffaella Spadaro, ritengono che la presenza del sindaco o di un rappresentante della giunta sia doverosa perché “la lista con la quale è stato eletto si chiamava Cambiamo Messina dal Basso e la tematica della conferenza verte sui diritti di cittadine e cittadini da sempre discriminati"

I Verdi di Messina si fanno portavoce locale del Comitato Nazionale per i Diritti Civili delle Prostitute invitando il sindaco Renato Accorinti o l'assessora alle Pari Opportinità Patrizia Panarello a partecipare alla conferenza “Sex work is work”.

L’incontro, organizzato dal Comitato per i diritti delle prostitute, dalll'Associazione Radicale "Certi Diritti" e dal Codacons, si svolgerà giovedì 30 aprile, a Roma, in via di Torre Argentine 76, nella sede dei Radicali Italiani.

Un manifesto per la regolamentazione della prostituzione è stato firmato da 70 parlamentari italiani di tutte le forze politiche.

“Noi sex worker – si legge nella nota di presentazione – li invitiamo ad ascoltarci. Vengano, parlamentari e sindaci, e ascoltino le nostre proposte. Le ragionevoli proposte delle/i sex workers. Sex worker, escort, gigolò devono essere ascoltate perchè niente può essere fatto senza la partecipazione delle/i interessate/i. Le proposte presentate in Parlamento non sono soddisfacenti. Molte contengono norme che sono contro i diritti e la libertà dei lavoratori e delle lavoratrici del sesso. Da tempo siamo impegnati su queste tematiche e abbiamo elaborato delle proposte che nascono dalla realtà osservata e vissuta e non campate su fantasie teoriche inapplicabili. Invitiamo tutta la società civile, le associazioni, i movimenti e i parlamentari ad un pomeriggio di confronto per contribuire a fare una buona legge. In attesa di un 1 maggio che includa anche le lotte delle/i lavoratrici/ori del sesso invitiamo anche i rappresentanti dei sindacati a partecipare alla conferenza perché il lavoro sessuale è lavoro. Lavoro informale e totalmente ignorato, abbandonato ai margini della società e spesso in mani criminali. Ora lo Stato lo include nel Pil e pretende anche le tasse, loro chiedono soldi noi chiediamo diritti. Chi ci difende? La festa del 1 maggio è anche nostra”.

I coordinatori cittadino e provinciale dei Verdi di Messina, Raffaele Scirocco e Raffaella Spadaro, ritengono che la presenza del sindaco o di un rappresentante della giunta sia doverosa perché “la lista con la quale è stato eletto si chiamava Cambiamo Messina dal Basso e la tematica della conferenza verte sui diritti di cittadine e cittadini da sempre discriminati. In questa conferenza il nostro sindaco dovrà spiegare come mai alcune sue consigliere e l'amministrazione del IV quartiere abbiano proposto delle risoluzioni che violano i diritti delle prostitute come la riapertura di case chiuse o parlando di solo decoro. Le operatrici e operatori del sesso nella nostra città in questi ultimi anni sono stati vittime di vere e proprie campagne securitarie e di forti discriminazioni”.

Tag:

10 commenti

  1. Lasciando da parte ogni moralismo inutile e appiccicoso, bisogna solo riflettere su un fatto. In altri paesi europei il sesso è un lavoro regolare, effettuato in sicurezza, con tutti i controlli medici periodici e che consente di versare consistenti tasse alle relative nazioni. Dunque lavoratrici/lavoratori (e clienti) veramente protetti, tanto decoro e nessuna stupida ipocrisia. Qui invece si fa tutto l’opposto, consentendo lo sfruttamento di chi opera in questo settore e spingendo queste attività in modo palese verso l’illegalità. In Italia, anche grazie al Vaticano, siamo solo capaci di gridare allo scandalo; all’estero non ci si nasconde dietro un dito e si tutelano tutte le persone coinvolte, usando legalità. A voi le riflessioni.

    0
    0
  2. Lasciando da parte ogni moralismo inutile e appiccicoso, bisogna solo riflettere su un fatto. In altri paesi europei il sesso è un lavoro regolare, effettuato in sicurezza, con tutti i controlli medici periodici e che consente di versare consistenti tasse alle relative nazioni. Dunque lavoratrici/lavoratori (e clienti) veramente protetti, tanto decoro e nessuna stupida ipocrisia. Qui invece si fa tutto l’opposto, consentendo lo sfruttamento di chi opera in questo settore e spingendo queste attività in modo palese verso l’illegalità. In Italia, anche grazie al Vaticano, siamo solo capaci di gridare allo scandalo; all’estero non ci si nasconde dietro un dito e si tutelano tutte le persone coinvolte, usando legalità. A voi le riflessioni.

    0
    0
  3. PRIMA CANTA IL GALLO GRANDE E POI CANTA IL GALLO PICCOLO MESSINESE. MA STATE ZITTI E FATE PIU’ FIGURA. AVETE GIA’ AVUTO QUELLO CHE VOLEVATE DA ALMENO 40 ANNI COI GOVERNI DI SINISTRA A ROMA, ORA CHE CAVOLO VOLETE. LA SITUAZIONE VI POTREBBE SCAPPARE DALLE MANI. VEDETE QUELLO CHE C’E’ AL NORD GRAZIE AI RADICAL CHIC. E POI FINITELA DI RIMARCARE LAVORATORI E LAVORARICI ALUNNO E ALUNNA MA CONOSCETE LA GRAMMATICA ITALIANA? BASTA IL PLURALE PER TUTTI POLITICANTI AZZOPPATI E COPIONI DI GENTE CHE HA DANNEGGIATO L’ITALIA. FATE L’ANALISI DI TUTTO QUANTO SUCCEDE

    0
    0
  4. PRIMA CANTA IL GALLO GRANDE E POI CANTA IL GALLO PICCOLO MESSINESE. MA STATE ZITTI E FATE PIU’ FIGURA. AVETE GIA’ AVUTO QUELLO CHE VOLEVATE DA ALMENO 40 ANNI COI GOVERNI DI SINISTRA A ROMA, ORA CHE CAVOLO VOLETE. LA SITUAZIONE VI POTREBBE SCAPPARE DALLE MANI. VEDETE QUELLO CHE C’E’ AL NORD GRAZIE AI RADICAL CHIC. E POI FINITELA DI RIMARCARE LAVORATORI E LAVORARICI ALUNNO E ALUNNA MA CONOSCETE LA GRAMMATICA ITALIANA? BASTA IL PLURALE PER TUTTI POLITICANTI AZZOPPATI E COPIONI DI GENTE CHE HA DANNEGGIATO L’ITALIA. FATE L’ANALISI DI TUTTO QUANTO SUCCEDE

    0
    0
  5. Incredibile. …i verdi si preoccupano dei diritti di lavoratori (concetto discutibile) quasi come le proposte della destra che ha sempre inteso regolare il “settore”…… se cortesemente eliminando qualche NO dalla vostra lista vi interessate anche al futuro dei nostri giovani e al LAVORO per Messina , grazie

    0
    0
  6. Incredibile. …i verdi si preoccupano dei diritti di lavoratori (concetto discutibile) quasi come le proposte della destra che ha sempre inteso regolare il “settore”…… se cortesemente eliminando qualche NO dalla vostra lista vi interessate anche al futuro dei nostri giovani e al LAVORO per Messina , grazie

    0
    0
  7. quindi se anche le vostre figlie e sorelle si prostituissero, sareste d’accordo??

    0
    0
  8. quindi se anche le vostre figlie e sorelle si prostituissero, sareste d’accordo??

    0
    0
  9. Non capisco al 100% il senso (forse semplicemente provocatorio) di questa domanda… Beh, personalmente è chiaro che non farei salti di gioia nè stapperei bottiglie di champagne. Se una donna, però, che sia una figlia, una sorella o quant’altro, dovesse fare questa scelta di vita consapevolmente, chi sarei io per puntare il dito e accusare o rinnegare una persona adulta che decide di intraprendere un percorso, discutibile o meno che sia? Di certo, come ho già detto nel mio primo commento, desidererei la tutela, la correttezza e la totale assenza di ipocrisia da parte dello Stato con l’attuazione di programmi legali e ufficiali pari a quelli di Paesi europei ben più evoluti e seri del nostro…

    0
    0
  10. Non capisco al 100% il senso (forse semplicemente provocatorio) di questa domanda… Beh, personalmente è chiaro che non farei salti di gioia nè stapperei bottiglie di champagne. Se una donna, però, che sia una figlia, una sorella o quant’altro, dovesse fare questa scelta di vita consapevolmente, chi sarei io per puntare il dito e accusare o rinnegare una persona adulta che decide di intraprendere un percorso, discutibile o meno che sia? Di certo, come ho già detto nel mio primo commento, desidererei la tutela, la correttezza e la totale assenza di ipocrisia da parte dello Stato con l’attuazione di programmi legali e ufficiali pari a quelli di Paesi europei ben più evoluti e seri del nostro…

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007