Letojanni, l'alluvione del 25 novembre ha danneggiato la barriera protettiva tra la frana e l'autostrada - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Letojanni, l’alluvione del 25 novembre ha danneggiato la barriera protettiva tra la frana e l’autostrada

Alessandra Serio

Letojanni, l’alluvione del 25 novembre ha danneggiato la barriera protettiva tra la frana e l’autostrada

giovedì 01 Dicembre 2016 - 18:39
Letojanni, l’alluvione del 25 novembre ha danneggiato la barriera protettiva tra la frana e l’autostrada

Un buco nella rete a monte della struttura di contenimento lascia passare detriti e pietre che in caso di nuove piogge potrebbero riversarsi sulla carreggiata. Il Cas assicura: immediati lavori di ripristino.

L’ultimo acquazzone ha colpito anche il costone franato sull’autostrada a Leotojanni. La bomba d’acqua che ha colpito la provincia lo scorso 25 novembre, per cui è stato proclamato lo stato di calamità per ben 27 comuni della jonica e sul versante tirrenico, ha danneggiato anche la struttura di supporto realizzata per contenere la frana.

In particolare, sotto il peso dell’acqua e la spinta dei detriti, a monte del muro di contenimento realizzato dal CAS per contenete il costone e proteggere la corsia, ha ceduto la rete contenitiva.

Attraverso il grosso buco si è riversata una discreta quantità di materiale, circa 6 metri cubi di pietre e sabbia, e ora minaccia la corsia lato monte della A18, in direzione Catania, già interdetta al traffico per metà. Un segnale preoccupante, visto che il maltempo non accenna ad allentare la morsa.

“C’è una squadra che monitora il costone costantemente – assicurano dal Cas, e proprio oggi abbiamo chiesto alla Procura il nulla osta per effettuare gli interventi di ripristino”. Si tratta infatti della zona posta sotto sequestro dalla Procura di Messina lo scorso 23 novembre nell’ambito dell’inchiesta sul disastro ambientale verificatosi nell’area tra il Silemi e la collina schiacciata dalle palazzine estive. Secondo i tecnici del Cas gli automobilisti non corrono alcun pericolo.

“E comunque in caso di nuove piogge valuteremo se è il caso di adottare provvedimenti drastici a tutela degli automobilisti. Tuttavia la struttura da noi realizzata ha tenuto, lo dimostrano proprio i fatti dello scorso 25 novembre: immediatamente a valle del muro si è scatenato il finimondo, invece noi non abbiamo avuto bisogno neppure di interdire l’autostrada al traffico”, rassicurano dal Consorzio, dove si sono impegnati a ripristinare la rete in breve tempo.

Per quel che riguarda i complessivi lavori di consolidamento e ripristino del tratto, invece, il CAS stamane ha annunciato che i lavori inizieranno a gennaio.

Alessandra Serio

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

2 commenti

  1. A Gennaio di quale anno del 2030?

    0
    0
  2. A Gennaio di quale anno del 2030?

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007