Riunione del Coc a Barcellona: chiesto lo stato di emergenza - Tempostretto

Riunione del Coc a Barcellona: chiesto lo stato di emergenza

Riunione del Coc a Barcellona: chiesto lo stato di emergenza

Tag:

domenica 11 Ottobre 2015 - 18:56

Grave la situazione a Caldà, dove si stanno concentrando gli interventi della Protezione Civile e dei numerosi volontari accorsi ad aiutare la popolazione. “Necessari collaborazione e massimo coordinamento” – ha dichiarato il sindaco Materia

Si è riunito nel pomeriggio il Centro Operativo Comunale di Barcellona Pozzo di Gotto. Una riunione convocata per coordinare al meglio le operazioni di soccorso e di ripristino delle zone colpite dall’alluvione. Il sindaco Roberto Materia ha specificato che i maggiori problemi si sono verificati a Caldà, e che lì sono necessariamente concentrati gli interventi; Materia ha poi aggiunto che sarà richiesto lo stato di emergenza.

Alla riunione, oltre al primo cittadino, hanno partecipato i rappresentanti del dipartimento regionale della Protezione Civile – Francesco Benedetti e Giuseppe Messina -, della Croce Rossa –Gabriella De Plano e Antonio Amadore – e delle Forze dell’Ordine locali; erano presenti anche il responsabile – Salvatore Torre – e i componenti del Coc, Vincenzo Fluca dell’ESA e Marco Anastasi in rappresentanza dell’associazione “Club Radio CB” , che coordina i volontari accorsi a dare il loro contributo.

La Protezione Civile, giunta oggi ad aiutare la popolazione, ha posizionato la sua base nella palestra Scarpaci, dove volontari e operatori possono recarsi anche per un pasto caldo; il centro di coordinamento dei volontari si trova invece nell’antisala consiliare. A Cicerata, altra zona duramente colpita dall’alluvione, sono presenti anche i gruppi di lavoro organizzati dallo Sprar. “L’evento si è verificato nonostante l’impegno profuso nella pulizia di saie e torrenti” – ha dichiarato Materia – “e provvederemo ad ulteriori interventi sollecitando il Genio Civile, organo preposto alla loro manutenzione”.

Giovanni Passalacqua

2 commenti

  1. L’alluvione è stata causata dalle case costruite abusivamente sul greto sei torrenti (come dichiarato dai proprietari ieri sera al TG5).
    Adesso pretendono che la collettività si accolli i danni causati dalle loreo scelte scellerate, sanate per motivi elettoralistici?
    Non un centesimo delle mie tasse per questa gente.
    Si arrangino!!!!!
    George

    0
    0
  2. L’alluvione è stata causata dalle case costruite abusivamente sul greto sei torrenti (come dichiarato dai proprietari ieri sera al TG5).
    Adesso pretendono che la collettività si accolli i danni causati dalle loreo scelte scellerate, sanate per motivi elettoralistici?
    Non un centesimo delle mie tasse per questa gente.
    Si arrangino!!!!!
    George

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Marco Olivieri direttore responsabile
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007