Ponti e cavalcavia messinesi: in che condizioni sono? Via allo screening - Tempo Stretto - Ultime notizie da Messina e Reggio Calabria

Ponti e cavalcavia messinesi: in che condizioni sono? Via allo screening

Francesca Stornante

Ponti e cavalcavia messinesi: in che condizioni sono? Via allo screening

martedì 21 Agosto 2018 - 08:41
Ponti e cavalcavia messinesi: in che condizioni sono? Via allo screening

E' stato l'assessore Mondello a indirizzare una richiesta ai dirigenti di Palazzo Zanca per avere una relazione sullo stato di salute di tutte le infrastrutture di collegamento di proprietà del Comune e che ricadono sul territorio cittadino

Dopo la tragedia di Genova che ha prepotentemente acceso i riflettori sulla sicurezza delle infrastrutture viarie di tutto il Paese, in città l’amministrazione De Luca punta ad avere un quadro chiaro ed esaustivo sulle condizioni di salute di ponti, cavalcavia, viadotti e qualunque altro collegamento sospeso della città di Messina.

Uno screening per capire che tipo di controllo è stato fatto negli anni, per capire se sono stati effettuati lavori o se ci sono progetti in programma, per avere un report aggiornato che dica se servono interventi e in che condizioni sono le infrastrutture su cui ci si muove in città.

La richiesta, indirizzata al Segretario generale Antonio Le Donne, ai dirigenti dei Dipartimenti Lavori pubblici, Mobilità, Patrimonio e Protezione Civile e al comandante della Polizia Municipale, è partita dal vicesindaco e assessore alle Infrastrutture Salvatore Mondello.

L’assessore ha chiamato in casa tutti i dirigenti per avere una relazione in tempi brevi su «ponti, cavalcavia, viadotti, impalcati e collegamenti sospesi di proprietà e o ricadenti sul territorio comunale».

Oltre ad un dettagliato elenco di tutte le infrastrutture di questo tipo, Mondello chiede che per ognuna di queste siano stati «effettuati controlli diagnostici periodici documentati da apposita relazione tecnica sulle reali condizioni dei materiali tecnici e del comportamento globale dei manufatti e se questi si trovino in condizione di rischio e pericolo per la pubblica incolumità».

L’assessore chiede anche che sia messo nero su bianco se vi siano in atto «progetti di intervento per l’adeguamento statico, restauro, ristrutturazione e consolidamento dei medesimi ed eventuali fonti di finanziamento e se sussiste un’attività di monitoraggio e controllo continuativo».

La palla passa dunque ai dirigenti di Palazzo Zanca.

Francesca Stornante

Tag:

Una donazione per un grande progetto di informazione

Abbiamo cercato in questi anni di offrirvi un'informazione puntuale e approfondita, estranea ad ogni condizionamento e sempre al passo con l'innovazione.  Così abbiamo raggiunto importanti traguardi. Ma non ci basta: vogliamo ampliare la nostra attività di informazione con più inchieste, più contenuti video e una più solida presenza nei diversi comprensori delle città metropolitane di Messina e Reggio Calabria.

E' un progetto ambizioso per il quale vi chiediamo di darci una mano effettuando una donazione: se ognuno di voi darà anche  un piccolo contributo economico, il risultato sarà eccezionale e Tempostretto sarà ancora più efficace e “vostro”.

Un commento

  1. Anche a Messina un opera di Christo in esposizione, dove si trova ?

    0
    0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007