Droga, armi, furti, estorsioni e aggressioni da Patti a Sant'Agata Militello. Sei arresti - Tempostretto

Droga, armi, furti, estorsioni e aggressioni da Patti a Sant’Agata Militello. Sei arresti

Marco Ipsale

Droga, armi, furti, estorsioni e aggressioni da Patti a Sant’Agata Militello. Sei arresti

mercoledì 06 Aprile 2022 - 12:01

I carabinieri di Sant'Agata Militello hanno scoperto una rete criminale che aveva a disposizione anche armi da fuoco

Spaccio di stupefacenti, furti aggravati, detenzione di armi, tentativi di estorsione. Per questi reati il giudice del Tribunale di Patti ha emesso ordinanza nei confronti di dieci persone: una in carcere, cinque ai domiciliari e quattro in libertà ma con obbligo di dimora.

Le indagini, coordinate dalla Procura di Patti, sono nate nel 2019, quando un giovane era stato arrestato perché trovato in possesso di droga e soldi vicino a una scuola di Sant’Agata Militello.

Spaccio di droga a giovanissimi

Poi le intercettazioni e i pedinamenti, così i carabinieri di Sant’Agata Militello hanno scoperto una rete criminale dedita allo spaccio di stupefacenti, anche nei confronti di giovanissimi.

Gli indagati si sarebbero approvvigionati di droga (hashish, marijuana e cocaina) tramite contatti con la criminalità barcellonese, palermitana e catanese, e l’avrebbero rivenduta nella zona compresa tra Patti, Brolo, Capo d’Orlando, Naso e Sant’Agata Militello, con la collaborazione di giovani in grado di trovare acquirenti tra gli studenti.

Contestati una cinquantina di episodi di vendita di stupefacenti, in diversi casi nei confronti di minorenni.

Furti notturni, aggressioni e armi da fuoco

La rete criminale avrebbe acquistato la droga grazie ai proventi di diversi furti, di solito notturni. Spesso veniva rubato il carburante da mezzi d’opera nelle aree di cantiere e, in alcuni casi, gli indagati avevano portato con sé i figli minori o un anziano genitore, per dare meno sospetti ed evitare possibili controlli.

In due casi, a fronte di un preteso credito di circa un migliaio di euro, due giovani sono stati aggrediti a colpi di bastone, tanto da dover poi ricorrere alle stampelle.

In corso le ricerche di armi da fuoco, fra cui diversi fucili che, secondo le indagini, sarebbero nascosti in aperta campagna.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007