Europee, parlano deputati e leader. Forza Italia e FdI esultano, il Pd teme la Lega - Tempostretto

Europee, parlano deputati e leader. Forza Italia e FdI esultano, il Pd teme la Lega

Francesca Stornante

Europee, parlano deputati e leader. Forza Italia e FdI esultano, il Pd teme la Lega

lunedì 27 Maggio 2019 - 12:56
Europee, parlano deputati e leader. Forza Italia e FdI esultano, il Pd teme la Lega

Ecco i commenti dei deputati messinesi di Forza Italia e Fratelli d'Italia, di Beppe Picciolo per Sicilia Futura e del coordinatore di Più Europa

Dopo la lunga nottata elettorale deputati messinesi e leader che hanno sostenuto i candidati in corsa in queste europee commentano i risultati delle urne. Fermo restando l’altissimo tasso di astensionsimo che si è registrato in Sicilia e a Messina, ecco le reazioni a caldo che compongono il mosaico politico che esce fuori da queste consultazioni.

Forza Italia

Per Forza Italia la prima a parlare è la deputata nazionale Matilde Siracusano: «Grazie Sicilia, la prima regione per Forza Italia con il 17%. Grazie Messina, la provincia più azzurra d’Italia con lo straordinario dato del 23,76 % di Forza Italia. Complimenti alla grande squadra che ha conseguito questo successo, in particolare ai nostri candidati Giuseppe Milazzo, Dafne Musolino, Gabriella Giammanco e Giorgia Iacolino».

«A Messina – conclude la Parlamentare – è stato premiato il lavoro del sindaco Cateno De Luca, del deputato regionale Tommaso Calderone, dell’assessore Bernadette Grasso e dei colleghi Nino Germanà e Urania Papatheu, che con la guida di Gianfranco Miccichè e del Presidente Silvio Berlusconi hanno registrato uno straordinario successo azzurro. Al Presidente Berlusconi va inoltre il ringraziamento più grande per l’ennesimo atto di amore verso il suo Paese».

Soddisfatto anche il deputato Nino Germanà: «I 261. 340 voti ottenuti ed il 16,99% (media più che doppia rispetto al resto d’Italia), confermano che ci vorrebbe un Micciché per ogni regione. Il nostro coordinatore ha saputo costruire una lista forte e rappresentativa, ha saputo far tributare il maggior numero di preferenze al nostro presidente Berlusconi ed ha fatto eleggere il nostro capogruppo all’ARS Giuseppe Milazzo. Gli elettori del Sud, ed i siciliani in particolare lanciano un segnale al partito nazionale, dimostrando, con il consenso, che Forza Italia ha un radicamento nel territorio che merita grande attenzione nell’ambito delle strategie di riorganizzazione generale del partito stesso. Io e tutti deputati i messinesi non possiamo che gioire del risultato locale che vede Forza Italia al 23,76% in provincia di Messina e al 19,63% a Messina città.

Pdr-Sicilia Futura

A sostegno di Dafne Musolino per Forza Italia si è schierato anche Beppe Picciolo con il Pdr-Sicilia Futura. «Per Noi più che le parole contano i fatti e noi i fatti in politica siamo abituati a farli. Come sempre un grazie esageratoa tutte le donne ed agli uomini di buona volontà che ci hanno creduto come me. Il futuro oggi vedrà Messina sempre più protagonista ed al centro dello scacchiere regionale. Per questo, e solo per questo, ci siamo spesi oggi e lo rifaremo in futuro. Viva Messina e viva Sicilia Futura».

Partito Democratico

Il primo commento sul risultato del Pd arriva da Palermo ed è quello del segretario regionale Davide Faraone: «Il Pd in Sicilia, rispetto ad un anno fa, cresce del +5,2%, una crescita più alta della media nazionale. Non festeggiamo, ma il dato dell’Isola ci incoraggia, anche perché diventiamo l’unica alternativa ai sovranisti, considerato che il M5S e Forza Italia vengono cannibalizzati dalla Lega e da Fratelli d’Italia. Siamo molto preoccupati dal dato della Lega, – aggiunge – adesso occorre sbracciarsi affinché il Pd si organizzi nei territori, con un radicamento vero e rinnovato, e lavorare per costruire una casa più grande con tutti quei moderati che nel centrodestra, da ieri, non l’hanno più e con tutti quelli che avevano creduto nel bluff del cambiamento targato 5Stelle».

Il Pd di Messina

«Anche in città, nonostante exploit politici figli dei tempi e delle circostanze che non avranno vita lunga, il Partito Democratico riesce a migliorare le percentuali di Regionali 2017 e Politiche 2018, passando dal 12,58% al 17,38%, confermando come la politica vada costruita con azioni concrete e responsabili, senza farsi influenzare dal clima avvelenato. Da queste idee, da questi principi, il Pd di Messina vuole ripartire, consapevole che la vera battaglia inizierà adesso, programmando il futuro e prevedendo la ricostruzione dalle macerie che senza ombra di dubbio lasceranno i governanti pro-tempore, che hanno ampiamente dimostrato, sin dalle candidature, che quello che interessava era il risultato, non la rappresentatività dei territori. Lo dimostra la presenza, come capilista, di Matteo Salvini, Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni, e di candidati imposti dall’alto o “manovrati” da abili burattinai” di candidati imposti , che per vanagloria personale, hanno abbandonato a sé stessa la città che dovrebbero amministrare “senza se e senza ma».

Fratelli d’Italia

Per Fratelli d’Italia è la deputata regionale messinese Elvira Amata a parlare di dati straordinari: «Otteniamo un risultato importantissimo in Sicilia, terra nella quale scatta il seggio pieno per FdI. Il partito, che cresce in tutto il Paese, raddoppiando il risultato delle politiche, nella nostra regione arriva al 7.5%. Nella provincia di Messina si arriva all’8,71%, con una risposta in città che sfiora quasi il 9%. Una crescita esponenziale rispetto alle percentuali delle scorse tornate elettorali, un risultato eccezionale per il nostro gruppo e per la nostra leader Giorgia Meloni che ha ricevuto ampio consenso. Questo ci dà la misura di quanto il nostro progetto politico stia iniziando ad essere compreso e condiviso e, il lavoro che stiamo portando avanti sul territorio sia apprezzato».

on. Ella Bucalo: “Fratelli d’Italia a Messina e provincia ha raggiunto un risultato eccezionale, secondo in Sicilia solamente a Siracusa. Questo conferma la bontà della politica attuata fino ad oggi dalle delegazioni nazionale e regionale, e soprattutto dall’impegno quotidiano sul territorio. Un dato che premia anche la scelta di schierare due candidati della Città che insieme hanno raggiunto le 15.640 preferenze. Ringrazio Maria Fernanda Gervasi e Francesco Rizzo per come hanno affrontato la competizione elettorale e mi congratulo con loro per l’ottimo risultato ottenuto. In particolare vorrei evidenziare quanto fatto dalla giovanissima Maria Fernanda (oltre 9.000 preferenze), in poco meno di due mesi di campagna elettorale. Al cospetto di una competizione così impegnativa, l’avvocato Gervasi ha dimostrato carattere e soprattutto tanta voglia di fare. Come delegazione siamo orgogliosi di aver contribuito all’affermazione della nostra leader Giorgia Meloni e del senatore Raffaele Stancanelli che siamo certi, riuscirà a rappresentarci al meglio all’Europarlamento”.

Più Europa

Il coordinatore provinciale e consigliere comunale Alessandro De Leo ringrazia glielettori a Messina e provincia che hanno dato fiducia a Più Europa, che con quasi 5.000 preferenze è la seconda città in Sicilia dopo Palermo.

«Il risultato da fiducia e slancio al nostro gruppo, ha premiato il lavoro di squadra che ha trovato sintesi nella candidatura del nostro Giuseppe Sanò a cui va il ringraziamento per aver saputo ben rappresentare gli obiettivi che continueremo a perseguire: presenza sul territorio, partecipazione, attenzione all’ambiente e alle minoranze. Abbiamo dimostrato di non temere le sudditanze politiche e crediamo che nel futuro potremo ancora crescere, rappresentando quell’area liberaldemocratica e progressista».

Francesca Stornante

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta
Tempostretto.it - Quotidiano on line della Città Metropolitana di Messina

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Rosaria Brancato direttore responsabile-coordinatrice di redazione.

Danila La Torrevice coordinatrice di redazione.

info@tempostretto.it

Telefono 090.9018992

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007