Il Comitato Pendolari e i soliti ritardi: "Crocetta e Bartolotta salgano a bordo con noi" - Tempostretto

Il Comitato Pendolari e i soliti ritardi: “Crocetta e Bartolotta salgano a bordo con noi”

Il Comitato Pendolari e i soliti ritardi: “Crocetta e Bartolotta salgano a bordo con noi”

giovedì 14 Marzo 2013 - 16:01

Il report mensile del comitato testimonia un lungo elenco di treni in ritardo e soppressi. Nuova richiesta alla Regione per intervenire presso Trenitalia e per la sottoscrizione del contratto di servizio

22 giorni monitorati a febbraio per un totale di 1073 treni sulla linea Messina-Catania-Siracusa. 404 i treni in orario, 346 quelli con un ritardo circoscritto entro i 5 minuti, 132 tra 5 e 10 minuti, 107 tra 10 e 20 minuti, 82 oltre 20 minuti, 6 i treni soppressi per un totale di 255 km non percorsi, 7035 i minuti complessivi di ritardo, pari a 117 ore e 15 minuti, 5 giorni circa.

E’ il report svolto dal Comitato Pendolari Sicilia nel mese di febbraio. Il risultato, rispetto al mese di gennaio, è un calo delle soppressioni ma un trend ancora alto sui treni in ritardo. I dati dei ritardi sono stati ricavati dal server pubblico Viaggiatreno di Trenitalia e quindi garantiti dalla stessa azienda.

“Nel corso del mese – afferma il Comitato – non ci sono state giornate con disservizi importanti, così come avevamo invece rilevato nel monitoraggio di gennaio, ma i ritardi si verificano quotidianamente, compromettendo in alcuni casi gli impegni dell’utenza pendolare, facendo perdere coincidenze con altri mezzi di trasporto. Abbiamo sottoposto la problematica alla Regione Sicilia, nei dipartimenti competenti, chiedendo di esporre il problema ritardi e soppressioni nelle sedi competenti di Rete Ferroviaria Italiana e di Trenitalia, specialmente nelle fasce orarie di maggior flusso di viaggiatori, tra le 6 e le 9, le 14 e le 16 e le 17 e le 19. Cogliamo l’occasione per invitare, ancora una volta, il Presidente Crocetta e l’assessore ai trasporti Bartolotta a fare un viaggio di riscontro a bordo dei treni per rendersi conto della situazione attuale e sollecitare le procedure del passaggio delle risorse finanziarie per la definizione del Contratto di Servizio per il trasporto ferroviario, scongiurando così i tagli paventati a giugno, mese in cui entrerà in vigore l’orario estivo”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta
Tempostretto - Quotidiano online delle Città Metropolitane di Messina e Reggio Calabria

Via Francesco Crispi 4 98121 - Messina

Carmelo Caspanello direttore responsabile-coordinatore di redazione.
info@tempostretto.it

Telefono 090.9412305

Fax 090.2509937 P.IVA 02916600832

n° reg. tribunale 04/2007 del 05/06/2007